MODELLO "PRINZEN"

E' stata prodotta una versione più piccola della spilla che misura 25 millimetri per 25 millimetri. Questo stile, chiamato "misura Prinzen" dai collezionisti, è dotato di due perni sul retro per fissare la spilla al nastro.

SPANGE 1939 DELLA CROCE DI FERRO DI 1^ CLASSE 1914

Lo Spange della Croce di Ferro di prima classe aveva le stesse caratteristiche frontali della seconda classe, solo più grande, infatti la larghezza è di 45 mm (l'altezza è invariata a 30mm). La spilla veniva indossata direttamente sulla divisa sopra la croce di ferro di prima classe sul taschino sinistro, mentre sul retro c'è un sistema di perno e gancio che teneva lo Spange alla divisa.

I PRODUTTORI

4 Steinhauer & Lück Lüdenscheid
L/11 Wilhelm Deumer Lüdenscheid, Postfach 161
L/12 C. E. Juncker Berlin SW 68, Alte Jakobstr. 13
L/13 Paul Meybauer
L/15 Otto Schickle
L/18 D.H. Mayer's, Hofkunstprageanstalt Pforzheim
L/22 Glaser & Son Dresden
L/50 Godet Berlin
L/55 Rudolf Wachtler

Come per la seconda classe, anche lo Spange di prima classe su alcuni modelli hanno i lati della parte trapezoidale leggermente ricurvi come nelle foto qui sotto.

SPANGE DI PRIMA CLASSE CON IL FISSAGGIO A VITE

Un'altra variante piuttosto rara dello Spange è il cosiddetto tipo "a vite". Al posto del fissaggio perno e gancio, queste spille hanno una cupola che si attacca sul retro con un meccanismo di avvitamento. Esistono diverse varianti con questo sistema, due esempi sono illustrati qui di seguito.

CROCE DI FERRO E SPANGE UNICO PEZZO

In aggiunta a tutto quanto sopra, esiste una variante piuttosto rara dove lo Spange è effettivamente attaccato alla traversa del braccio superiore della Croce di Ferro 1914 creando un unico pezzo. La parte posteriore della Croce / Spange potrebbe avere il perno con la cerniera nel posto usuale sulla croce con un gancio sullo spange, oppure il perno potrebbe essere attaccato allo spange ed essere più lungo per raggiungere la fine della croce.

 

Poichè questa variante ha raggiunto valori di quattro cifre, ha attirato notevolmente l'attenzione dei falsari, per cui si consiglia di muoversì con cautela con tali esempi.

DOCUMENTI

CROCI DI FERRO

Attestati e documenti dell'epoca sono di grande importanza nel raccontare la storia della Croce, poichè un nome e un volto spesso è collegato alla potente ma anonima Croce di Ferro. Molto spesso tutta una storia è raccontata attraverso questi documenti e chiunque scavano e ricercano possono scoprire piccoli tesori di interesse umano.

 

La seconda e la prima classe della Croce di Ferro, così come entrambe le spille delle Croci del 1914, sono state accompagnate da un documento di titolarità e da annotazioni corrette nei documenti personali del destinatario (Wehrpass e Soldbuch). C'era solo un documento di titolarità ufficiale per la 1a e la 2a classe anche se i dettagli variano a seconda della data e il ramo militare.

Confronto di un precoce (a sinistra) e tardo (a destra) documento standard della Croce di Ferro.


Come accennato in precedenza, oltre al documento ufficiale anche una annotazione veniva inserita nel Wehrpass e nel Soldbuch del soldato o su qualsiasi altro documento pertinente. L'annotazione nel Wehrpass / Soldbuch consisteva nella dicitura "Eiserne Kreuz 2 Klasse" o abbreviato in "EK II kl" e veniva inserita a pagina 22 del Soldbuch e a pagina 21, 23, e 25 del Wehrpass.

 

Altri documenti si sono incontrati durante la storia che sono legati alle prime due classi della Croce di Ferro ed includono telegrammi di congratulazioni inviati ai destinatari e le lettere di raccomandazione per il premio che come detto in precedenza includono le azioni compiute per meritare la Croce e quindi rende la lettura molto interessante.

Il documento della Croce di Ferro di prima classe di Hauptmann von Kniestedt (DKiG il 15 gennaio 1942), e la lettera di proposta per la stessa.


Il documento ufficiale della Croce di Ferro di 2a classe (a sinistra) e l'annotazione nel Wehrpass (a destra). Kreiger, Obergefreiter, Inf. Rgt 105 (72 ID).


Unteroffizier Kleinsteuber, PZ. Gren. Rgt. 113 (1 Pz Div) - assegnazione di EK 1, dattiloscritto (a sinistra). Non è stato iserito nel wehrpass come conferimento alla memoria, ma come Croce di Ferro di seconda (a destra).


Langemeyer - Feldwebel, Inf. Rgt 184 (86 ID), 1 ° classe (a sinistra). Sulla destra Feldwebel Kinsch, Inf. Rgt. 120 (MOT) (60 Inf (MOT).) - Ha assegnato la EK 1, la EK 2 il Distintivo da ferita in argento il giorno stesso. Fu ferito gravemente il mese precedente.


Unteriffuzier Rudolf Hillebrand. A sinistra è il suo documento ufficiale e sulla destra sono le voci inserite nel wehrpass per la Croce di Ferro di prima classe e di seconda classe.


A Heinrich Steffens sono stati emessi i documenti per il conferimento della Croce di Ferro di 2°.Da notare nel Soldbuch che nel giro di circa un anno ha ricevuto la Croce di Ferro di seconda e di prima classe. In un breve periodo di tempo in servizio 1943/45, ha ricevuto il Distintivo da Ferita Nero, Croce di Ferro di 2a e 1a classe, la Close Combat Clasp ( Spilla da Combattimento Corpo a Corpo) in bronzo e argento, e il Distintivo d'assalto Panzer in bronzo.


Obergefreiter Ludwig Neumair ..

 

Il documento della Croce di Ferro di prima classe e l'annotazione nel suo Soldbuch.


SPANGE DELLA CROCE DI FERRO 1914

Due annotazioni dello Spange su un Wehrpass.


Hauptmann Hermann Grell il suo documento dello Spange della Croce di Ferro del 1914 e una foto di lui con indosso la sua decorazione.


CUSTODIE

Le custodie delle Croci di Ferro variano a seconda della sua classe e status; i pezzi destinati alla vendita al dettaglio in genere avevano una presentazione molto più vistosa rispetto a quelle Croci che dovevano essere ufficialmente assegnate dalla Wehrmacht. Così, la prima "casa" di una croce di recente fabbricazione variava da una semplice busta di carta ad un cofanetto decorato.

 

Ci sono prove che indicano che i cofanetti e le buste sono state subappaltate e quindi molti produttori avranno le stesse caratteristiche.

CROCE DI FERRO DI SECONDA CLASSE

La Croce di Ferro di seconda classe generalmente alloggiava sia in una busta sia in una custodia in similpelle nera.

BUSTE

Come da regolamento la Croce di Ferro di 2a classe veniva presentata in buste che potevano essere sia marrone chiaro o blu. Sul davanti veniva stampato il grado della croce in tre righe "Eisernes Kreuz - 2, Klasse - 1939", e sul retro il produttore era comunemente impresso (anche se le buste come detto sono state probabilmente prodotte da un subappaltatore). Quando intatta, la croce veniva avvolta in una carta velina.

Un esempio di Croce di Ferro di 2a classe con la sua bustina.


Tre Croci di Ferro come sarebbero venuti fuori dalla fabbrica.


I seguenti produttori realizzarono le buste per la Croce:

1. Deschler & Sohn


3. Wilhelm Deumer


11. Grossmann & Co.


12. Frank & Reif


15. Friedrich Orth


21. Gebr. Godet & Co.


24. Arbeitsgemeinschaft der Hanauer


25. Arbeitsgemeinschaft der Graveur-Gold-und Silverschmeide-Innungen


44. Jakob Bengel


49. Josef Feix Söhne


56. Robert Hauschild


65. Klein & Quenzer A.G.


93. Richard Simm & Söhne


98. Rudolf Souval


106. Brüder Schneider A.G.


109. Walter & Hentein


Un campionamento di diversi caratteri utilizzati sulle buste.

Determinare l'autenticità delle buste di fronte all'assalto dei falsi è una sfida per ogni collezionista. Ciò è particolarmente vero a causa della grande variabilità. Può essere utilizzato come strumento il test della luce nera, ma è necessario porre molta attenzione per i dettagli. Una busta originale dovrebbe avere un aspetto grezzo e dovrebbe mostrare la sua età.

I COFANETTI

I cofanetti della Croce di Ferro di seconda classe sono un pò per tutti i "gusti". Uno che si incontra spesso è il cofanetto LDO "standard". Questi sono in similpelle nera con il logo impresso della LDO sul coperchio superiore all'interno e una base di feltro marrone dove la Croce di Ferro riposa comodamente in una "depressione" apposita. Il fondo può essere timbrato con il nome del produttore.

Gli altri cofanetti della 2a classe variano notevolmente. Si possono incontrare con il disegno della Croce di Ferro sul coperchio, alcuni senza, altri con nastri e anche alcuni con lo spazio per la barra con i nastri. Considerata tale varietà, determinare l'autenticità è una sfida che deve essere effettuata individualmente.

Di seguito è riportato un esempio di rara bustina per il nastro della Croce di Ferro.

Lo Spange che era attaccato al nastro della Croce di Ferro 1914 venne confezionata in due modi, una bustina e una piccola scatola LDO. Una terza opzione, una elaborata doppia / Spange con la scatola di presentazione, che fu utilizzata anche per destinatari di alto rango.

 

La busta era nella stessa tematica di quella della Croce di Ferro di seconda classe, con il nome del premio nella parte anteriore e il nome del produttore nella parte posteriore. Si tratta di un involucro piuttosto raro.

Le scatole LDO utilizzati sono di colore azzurro chiaro o marrone. Esse sono costituite da una eccelsa scatola con l'emblema della LDO sul coperchio superiore e il marchio del fabbricante nella parte posteriore. La scatola scivola dentro e fuori come un cassetto.

LE CUSTODIE DELLE CROCI DI FERRO DI PRIMA CLASSE

La Croce di Ferro di prima classe veniva ospitata anche in un modo più lussuoso, una scatola in similpelle nera con un motivo a croce di ferro sul coperchio superiore. Incernierato su un lato veniva aperto con un pulsante a perno, l'interno del coperchio è ricoperto con una finitura satinata bianca e il fondo con un materiale in feltro nero, marrone o bianco. Questo fondo ha una fessura nella quale viene alloggiato il perno della croce.

Vi è una grande varietà di custodie per la Croce di prima classe. Difatti la parte superiore del coperchio potrebbe essere a cupola o piatta, e il disegno della Croce potrebbe avere linee larghe, linee piccole, essere riempiti o non essere neanche presente.

Ma anche con queste variazioni ci sono dei particolari che contraddistinguono una custodia della Seconda guerra mondiale da un altra prodotta recentemente. Con un piccolo sforzo, la parte inferiore della maggior parte delle custodie rivela indizi importanti. Per esempio una importante indicazione che deve essere attentamente esaminata è la colla che dovrebbe essere colla animale (un adesivo a base di pelle d'animale, soprattutto bovini). Questo ha un aspetto diverso da colle moderne, che sono di natura sintetica. Ci sono altri indizi, ad esempio le custodie originali sono spesso incontrate con un numero scritto a matita all'interno e il codice del produttore (il produttore della custodia, non della croce). Un marchio produttore regolarmente trovato è D & B circondato da un ovale. Si trovano spesso all'interno anche dei numeri, per esempio diversi custodie identiche in una collezione portano i numeri 2597 sul retro del fondo e il numero 2420 sulla base stessa.

Una Croce Klein und Quenzer con all'interno della custodia si può vedere chiaramente come dovrebbe essere la colla animale, così come il marchio D & B cerchiato, i numeri in rilievo e scritti a matita.


Si possono trovare anche custodie con il marchio del produttore della Croce impresso all'interno, come mostrato qui a sinistra.


La Croce di Ferro quando usciva dalla fabbrica era confezionata all'interno di una scatola di cartone che veniva consegnata al destinatario. In realtà la scatola veniva aperta e spesso gettata, rendendo la protezione esterna della custodia uno degli elementi più rari nel regno delle custodie delle Croce di Ferro.

 

La scatola di cartone aveva stampata il nome del premio (Eiserner Kreuz 1. Klasse 1939) e la dicitura "solo per essere aperto dal destinatario". A lato c'era stampato il nome del produttore.


SPANGE DELLA CROCE DI FERRO PRIMA CLASSE 1914

Lo Spange della Croce di Ferro veniva anch'essa consegnata in una custodia in similpelle con il disegno del premio in rilievo sulla parte superiore o in una bustina. La custodia e la bustina condividono molte delle caratteristiche delle custodie della Croce di Ferro di cui sopra.