CROCE DI FERRO (Iron Cross)

STORIA

 

 

 La Croce di Ferro genera una immagine nella mente di molte persone associandolo inevitabilmente con il Terzo Reich. Infatti, Adolf Hitler è stato responsabile dell'aggiunta di una "svastica " davanti e al centro nel cuore nero della decorazione nel 1939. Tuttavia le semplici curve di questo premio d'argento e di ferro per il coraggio possono essere attribuite alle attitudini di un architetto e l'ispirazione di un re oltre 120 anni prima dell'avvento della Germania nazista.

 

Istituito da re di Prussia Federico Guglielmo III il 10 marzo 1813, la Croce di Ferro è stata intesa come un premio provvisorio per gli sforzi contro Napoleone. Furono creati tre classi del premio: classe Seconda, Prima e Gran Croce, ma il processo di aggiudicazione è apparentemente sconosciuto e senza distinzioni di classe. Questa non-distinzione di ceto sociale è ciò che distingue la Croce di Ferro dagli altri premi dello stesso periodo emessi da altre case reali. Si è ritenuto che un generale e un privato potevano influenzare l'esito di una battaglia, separati solo dal loro ambito individuale di responsabilità. Questa logica rara del tempo imponeva che la Croce di Ferro fosse assegnata democraticamente e tutte le classi sociali potevano beneficiare della stessa classe di premio.

 

 

 

Karl Friedrich Schinkel, di 31 anni, architetto di Berlino, fu commissionato dal re di progettare questo simbolo che sarebbe diventata nota come il Tempo del Ferro della Prussia "Eiserne Zeit". Per Friedrick Wilhelm era necessario che il concetto comprendesse la Corona prussiana, il suo simbolo reale, la data di istituzione (1813), e una rappresentazione di foglie di quercia, l'albero sacro della Germania.

 

 

A Schinkel l'influenza principale mentre lavorava alla progettazione era venuta dai Cavalieri Teutonici della Terza Crociata . L'Ordine aveva incorporato grandi croci sulle loro uniformi e piccole variazioni smaltate per l'assegnazione ai loro Hochmeisters, o sacerdoti. Schinkel aveva consegnato un progetto per l'approvazione il 21 marzo 1813. Il Principe Karl von Mecklenburg-Strelitz, fratello influente nel diritto al re Federico Guglielmo, aveva suggerito una modifica all'aspetto, che fu poi adottato. Mentre il design di Schinkel aveva una croce con le braccia tese che si estendevano dal centro, l'idea di Mecklenburg-Strelitz fu di modificare la forma finale con l'aggiunta delle braccia arcuate, dando al premio la sua famosa forma come lo conosciamo oggi. Nella nomenclatura numismatica questa forma è conosciuto come croce Pattèe.

 

 

  Il progetto definitivo fu integrato in un telaio stampato in argento (tipicamente di 800-900 parti d'argento) con un centro di ghisa. Questi metalli, mentre sembravano essere una idea esteticamente gradevole su carta, aveva creato numerosi problemi in fase di produzione iniziale. Semplicemente non potevano essere saldati l'uno all'altro. Un certo numero di prototipi sono stati faticosamente fabbricati durante il 1813 e il 1814. Finalmente fu messo a punto un sistema che aveva permesso alle due parti di unirsi tramite un nucleo di ferro intramezzato fra loro. Le Croci di Ferro da quel punto in avanti sono stati costruiti in tre parti e questa è rimasta la regola durante la seconda guerra mondiale.

 

In generale, la Croce di Ferro del 1813 di Seconda classe presenta due cornici d'argento che si aprono su entrambi i lati per rivelare sul retro un nucleo semplice piatto di ferro nero e sul davanti la Corona prussiana sulla parte superiore del braccio, con una "FW" per Friedrich Wilhelm ( Federico Guglielmo) direttamente sotto di esso. Centrato sul nucleo di ferro c'è un disegno, un ciuffo di foglie di quercia, con la data di istituzione 1813 localizzato sul braccio inferiore. La Croce ha le misure da 41 a 42 millimetri  in altezza e larghezza, con un anellino sulla parte superiore del braccio per poter allacciare un nastro. Esistono tre/ quattro versioni di diverse dimensioni della Croce di Ferro di Prima e Seconda classe e sono conosciuti come "Prinzens" per il fatto che sono stati generalmente assegnati ai componenti della famiglia reale i quali, si potrebbe supporre, sfoggiavano una sovrabbondanza di decorazioni sul petto.

Potrebbero essere stati assegnati a civili (di solito influenti statisti ) per il servizio meritorio un derivato del premio conosciuto come la versione non-combattente. Questa distinzione è stata più evidente con la Croce di Ferro del 1813 di seconda classe e il suo nastro allegato. Per i combattenti il nastro era in maggioranza nera con due ampie bande verticali bianche. I nastri per i non combattenti i colori sono stati invertiti, il colore di sfondo nella misura più grande è il bianco con le bande nere. Questi erano i colori nazionali del Regno di Prussia. Il nastro è stato utilizzato per appendere la Seconda Classe al secondo foro dell'asola più alta dell'uniforme. Nel 1838, dopo che si è saputo che la maggior parte dei destinatari preferivano indossare la seconda classe con l'ornato rivolto verso l'esterno, Federico Guglielmo modificò le sanzioni reali in modo da riflettere il sentimento popolare.

 

 

La Prima Classe del modello 1813 è un distintivo da petto e quindi è senza nastro. Ha una chiusura in argento massiccio con due occhielli per ogni braccio e i destinatari la dovevano indossare sul petto sinistro. Le misure sono in linea con quelli della seconda classe. Più tardi nel 1840 e nel 1850 un perno con cerniera è stato aggiunto per un attacco più facile.

Cinque comandanti di alto rango tra cui il celebre feldmaresciallo Gebhard Fürst von Blücher Wahlstatt avevano guadagnato l'onore di ricevere la Gran Croce della Croce di Ferro. Di aspetto base simile alla Croce di Ferro di seconda classe, la Gran Croce misura 56,5 millimetri. Il suo nastro da solo misura 55mms in larghezza.

 

 I Collezionisti di oggi sono in difficoltà a trovare un originale Croce di Ferro del 1813 di qualsiasi classe. Furono assegnati complessivamente circa 16.938 Seconde classi, 638 Prime Classi e cinque Grandi Croci. Il premio si otteneva in successione, con la classe più bassa che diveniva un prerequisito per la classe successiva.

 

Un aggiunta finale alla famiglia delle Croci di ferro 1813 è stata compiuta da Federico Guglielmo il 26 giugno 1815, quando la Stella di Gran Croce fu assegnato a Blücher per il suo tempestivo arrivo sul campo di Waterloo e la sua assistenza a Wellington nella sconfitta di Napoleone. L'ultimo esempio noto di questo premio era conservato nello Zeughaus di Berlino fino al 1945. Il suo destino è ora sconosciuto.

Gebhard Leberecht von Blücher con la Gran Croce e la Stella di Gran Croce
Gebhard Leberecht von Blücher con la Gran Croce e la Stella di Gran Croce

Dopo il 1815, la premiazione ufficiale della Croce di Ferro durante il periodo napoleonico fu sospesa fino alla guerra franco-prussiana, anche se i conferimenti sono proseguiti con le scorte di Croci di Ferro che furono assegnate a coloro che non avevano ricevuto il premio durante la guerra.

Il figlio del re Federico Guglielmo, Guglielmo I  che sarebbe diventato in Germania il primo kaiser, istituì di nuovo la Croce di Ferro, sempre in tre classi, per il conflitto 1870-1871. Gli elementi del design della Croce cambiarono molto poco. Per la seconda classe, il dritto divenne di nuovo il rovescio, mantenendo gli stessi dettagli. Ora però la Croce ospitò la Corona prussiana sulla parte superiore, una "W" ( Wilhelm I) di Guglielmo I nel centro, e la data "1870" sul braccio inferiore, a significare l'inizio del conflitto tra Francia e Prussia e i suoi alleati tedeschi. La Gran Croce del 1870 fu influenzata allo stesso modo, mentre la prima classe ha avuto in dettaglio la Corona prussiana, la "W" e "1870", in aggiunta a ciò che era precedentemente un semplice piano in ferro. Le dimensioni variavano nell'intervallo da 42 a 43 millimetri per la prima e Seconda classe e 60mm per la Gran Crocie. Il numero delle Croci assegnate furono le seguenti: 47.244 Seconda Classe, 1.304 Prima Classe, e 9 Gran Croci, alcuni dei quali andati ai reali, con un conferimento ad honorem all'anziano re Guglielmo I. Con la fine di questo conflitto, la Prussia finalmente riuscì ad unire tutti gli Stati tedeschi in un'unica entità, con lei al timone. Re Guglielmo era adesso il Kaiser della Germania. Suo nipote avrebbe tentato di raggiungere una gloria ancora maggiore.

Croce di Ferro 1870 di Seconda Classe
Croce di Ferro 1870 di Seconda Classe
Croce di Ferro di Prima Classe
Croce di Ferro di Prima Classe
Gran Croce di ferro
Gran Croce di ferro

 Le Croci di Ferro economicamente più disponibili provengono dal periodo della reintroduzione, durante il regno di Guglielmo II. Ora la Croce di Ferro è diventata una questione di nostalgia e con lo scoppio della prima guerra mondiale, Guglielmo II tornò indietro nella storia e afferrò quel simbolo speciale che aveva sostenuto le cause del nonno e del bisnonno. La Prima Guerra Mondiale fu anche la prima sconfitta del simbolo. I premi assegnati furono sempre più abbondanti ed erano invocati per un certo senso di disperata ispirazione. La sostituzione del modello del 1870 del periodo franco-prussiano con la nuova data del 1914, vediamo cambiare molto poco l'aspetto generale di tutte e tre classi rispetto ai suoi predecessori. L'eccezione più importante per il periodo 1914-1918 è l'esplosione incredibile di esemplari assegnati. Secondo la maggior parte delle stime quasi 4 milioni di Seconde Classi e 145.000 Prime Classi hanno trovato la loro strada nelle bisacce dei soldati. Solo la Gran Croce è stata assegnata di meno, 5 in totale. Feldmaresciallo Paul von Hindenburg aveva ricevuto la Stella di Gran Croce, l'unico destinatario della Prima Guerra Mondiale.


Oggi queste sono la varietà più comune di Croci di Ferro disponibili. Sono stati riportati dalla guerra praticamente da ogni ragazzo che mise piede sul suolo europeo. Erano ancora molto diffusi in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale. I prezzi in occasione di fiere di militaria, mercatini delle pulci e negozi di antiquariato dovrebbero riflettere la diffusione di questa particolare Croce. Un 1914 Seconda Classe può essere acquistato relativamente a buon mercato, ed è quindi un impulso comune poterlo collezionare soprattutto tra i collezionisti in erba.

 

La Prima Classe del modello 1914 ha un ventaglio meraviglioso di dispositivi di fissaggio che si trovano sul retro. Un collezionista potrebbe collezionare per una vita tutti i modelli esistenti con diversi fissaggi, come il tipo di spilla , con il fissaggio a vite e i diversi tipi di ganci.

  Il 1 ° settembre 1939, come i panzer attraversarono il confine polacco, Adolf Hitler, riprese la Croce di Ferro nelle sue originali tre classi, con l'aggiunta della Croce di Cavaliere. Tutte portavano la svastica al centro e cambiato per sempre il simbolo di Schinkel che ironicamente prima era stato concepito come uno strumento motivazionale contro la tirannia.

Hitler aumentò le dimensioni del premio in modo esponenziale di almeno 2 mm. Successivamente  ha creato un "ponte" per il soldato comune tra la Croce di Ferro di Prima Classe e la Gran Croce, in precedenza irraggiungibile. Con 48 millimetri di larghezza e altezza, la Croce di Cavaliere è la prima collezionabile . Sebbene non vi sia alcuna correlazione diretta con l'esercito degli Stati Uniti, per amor di discussione potremmo definirla come la Medaglia d'Onore tedesca. E' la più falsificata e copiata di tutte le croci. Recentemente su e-bay e nei cataloghi di aste si sono visti salire i prezzi in maniera considerevole. Purtroppo, da una stima del sottoscritto, otto croci su dieci che si vedono oggi sono una produzione successiva alla II Guerra Mondiale.

 La Croce di Ferro di seconda classe è stata assegnata in quasi 5.000.000 di pezzi durante la Seconda Guerra Mondiale, mentre 450.000 assegnazioni di Prima Classe può essere una stima plausibile. Mentre la Croce di Cavaliere si stima che fosse assegnata in poco più di 7.300 pezzi. Ci sono livelli ancora più alti della Croce di Cavaliere, con le aggiunte delle foglie di quercia (890 destinatari), foglie di quercia & Spade (160 destinatari), Diamanti (27), oro e diamanti (un pilota di Stuka Hans Ulrich Rudel). La Gran Croce è andata a Hermann Göring per la Campagna francese del 1939. Esiste anche una Stella di Gran Croce del 1939. Non è mai stato assegnato, ma il prototipo è stato scoperto in un castello appena fuori Salisburgo, in Austria, da parte degli americani. Si trova ora nel Museo di West Point, New York.

 

Hitler fece sempre bella mostra sulla sua uniforme, altrimenti semplice, della sua Croce di Ferro di Prima Classe 1914 che si era guadagnato. Per un caporale, questo era un premio raro. È interessante notare che Hitler non si è mai vantato con nessuno di avere ricevuto tale onorificenza. Era modesto? Al contrario. Come in ogni storia sulla Croce di Ferro, questa ha un risvolto interessante. Hitler fu raccomandato per l'assegnazione dal suo comandante dell'unità, il tenente Hugo Gutmann. Ma ciò non permise a Hitler di parlarne poichè Hugo Gutmann era ebreo.

Nel 1956, la NATO aveva stabilito 
le Forze Armate della Germania occidentale come il baluardo contro l'espansionismo sovietico. Ai veterani della Wehrmacht in uniforme nella neonata Bundeswehr era stata data l'autorizzazione di portare alcune delle loro decorazioni della II Guerra Mondiale. Una di questi era una reincarnata e denazificata Croce di ferro, oggi conosciuta come la varietà 1957. La riprogettazione prendeva spunto dalla Germania imperiale. Il classico a croce "Pattèe" è stato mantenuto ma tre foglie di quercia aveva sostituito la svastica, portando questo ornamento come motivo centrale. Questa modifica di progettazione ha riguardato solo la Prima e la Seconda classe così come la Croce di Cavaliere. 

 

 

CARATTERISTICHE COMUNI TRA LA PRIMA E LA SECONDA CLASSE



La Croce di Ferro 1939 fu simile nella forma ai suoi predecessori, naturalmente con la significativa eccezione che la vecchia corona , le foglie di quercia e le iniziali che erano il cuore di tutte le Croci prussiane Imperiali sono stati sostituiti da una nuova serie di rappresentazioni incentrati attorno alla svastica nazista.

Qui di seguito si descriverà il processo di produzione che era praticamente lo stesso nelle prime due classi della Croce di Ferro e perfino della Croce di Cavaliere.

 

Informazioni tecniche

La prima e la seconda classe della Croce di Ferro 1939 misura 44 millimetri ed è perfettamente simmetrica, mentre la Croce di Cavaliere misura 48 mm.

Anche se sono state distribuite in gran numero, la superiore qualità di queste croci è rimasta pressochè inalterata. La Seconda Guerra Mondiale fu la prima guerra meccanizzata e gli avanzamenti tecnologici sono stati riportati anche all'industria delle medaglie. Mentre le Croci di Ferro precedenti erano state prodotte in gran parte a mano, la Croce di Ferro 1939 fu prodotta in serie.

Sul davanti, tutte le classi sono caratterizzate da una svastica al centro con l'anno 1939 posto sul braccio inferiore della croce. Il rovescio della seconda classe era privo di dettagli tranne che per il suo anno di istituzione originale, il  1813, posto sul braccio inferiore. La prima classe, essendo un distintivo da petto, è caratterizzato da una semplice retro argentato con solo il meccanismo di fissaggio (una spilla o "fissaggio a vite"). Come la maggior parte delle Croci di Ferro della versione 1939 è stata costruita in tre pezzi, il nucleo di ferro e una cornice di ferro davanti e nel retro.

Le tre sezioni della Croce di Ferro
Le tre sezioni della Croce di Ferro

Un articolo di una rivista del periodo descrisse la lavorazione come segue:

"La Croce dei Cavalieri della Croce di Ferro, simile alla Croce di Ferro di prima e seconda classe, viene realizzata nel modo seguente: Il bordo è realizzato in argento massiccio, la parte centrale nera è in ferro. Dopo che entrambe le parti sono combinati, il bordo viene schiarito e il ferro annerito. L 'anello è saldato prima di questo processo. Il bordo esterno del telaio d'argento viene lucidato, mentre il bordo esterno tranciato perlato esterno rimane bianco.

Tutte le parti passano attraverso un trattamento finale da parte del creatore delle medaglie. Gli anelli sono attaccati alla Croce dei Cavalieri, i nastri sono passati attraverso di essi e la croce viene impacchettata in scatole per poi venire consegnate alla Cancelleria Presidenziale del Führer - la Cancelleria della Medaglia del Reich tedesco. Per le foglie di quercia, la foglie di quercia con spade e le foglie di quercia con Spade e Diamanti c'è sempre una scatola differente per distinguersi, fatta di pelle nera spagnola.

 

I TELAI

La maggior parte delle cornici, o telai, sono stati lucidati e laccato in "argento tedesco", una lega di rame, zinco e nichel, anche se alcuni rari esempi si possono trovare in cornici non placcate in zinco. Come ci si aspetterebbe, queste hanno un aspetto opaco. Prima si era ipotizzato che queste cornici di zinco avevano origine alla fine della guerra, mentre oggi si afferma che il proprio principio fosse all'inizio di essa, anteriormente al 1941, prima che la LDO iniziasse a porre il controllo della qualità. Quale affermazione (se uno dei due) è corretta probabilmente non sarà mai provata.

La due metà opposte del telaio sono stati scolpiti separatamente con stampi che ottenevano un bordo liscio e un altro crespato. La produzione
durante la guerra impiegava due metodi per la produzione:

1) Metodo "Stampo Tranciato ": dall'inizio della guerra fino al 1942, il processo di produzione consisteva nel modo seguente: La prima operazione, con uno stampo a tranciatura , si imprimeva la forma della cornice in un foglio sottile di argento. Il centro della croce non veniva perforato e la zona tra ciascuna delle braccia era altrettanto solida. Questa lamiera veniva poi posta su uno stampo di finitura che tagliava tutti gli eccessi intorno al bordo del telaio.

2) Metodo "Stampo Gablonzer". Alla fine del 1942 fu introdotto un metodo simile, ma più efficiente, conosciuto come "Gablonzer Press" ( Stampo Gablonzer). Questa tecnica di costruzione, aveva permesso un notevole risparmio di materiale, imponeva che uno strato di filo 4,5 millimetri doveva essere avvolto in una struttura simile al telaio della Croce di Ferro. Perciò anziché l'intero foglio di metallo, è stato "lavorato" solo su questo modello del telaio, con una finitura a stampo togliendo il materiale in eccesso. Poichè non c'era più molto materiale di scarto, il nuovo metodo aveva portato a una riduzione del 40% dei rifiuti, anche se solo un numero limitato di produttori erano passati a questo metodo.

La fase finale di preparazione del telaio coinvolgeva l'occhiello, che veniva saldato a mano per bloccare provvisoriamente insieme le due metà. Il telaio era ormai pronto ad accogliere il nucleo centrale e la saldatura dei bordi. Una volta saldati, veniva impiegato un "addetto gioielliere" per la smerigliatura dei bordi.

IL NUCLEO IN FERRO

Il nucleo del premio era normalmente di ferro massiccio, verniciato di nero a secco o semi-secco e poi cotto a smalto. La cosa  suggestiva del nucleo era che il processo consisteva in due parti: un primo stampaggio per dare la forma e un secondo per rimuovere la ruvidezza del bordo ottenuto intorno ad esso.

Questo pezzo centrale del premio solitamente possedeva un alto grado di qualità, a dispetto del grande numero di esemplari prodotti, con dettagli nitidi e bordi ben definiti. All'interno di questi attributi, vi è una gamma di diversa qualità a secondo del fabbricante, come qualche finitura più "sfocata" rispetto ad altri. Eppure questa "sfocatura" non deve essere confusa con una costruzione sciatta, ma è semplicemente un aspetto leggermente più arrotondato e morbido.

I dettagli reali del nucleo, la svastica e le date, inoltre, variano da produttore a produttore. Alcune svastiche sono alte e fuori linea rispetto al livello della cornice del bordo, mentre altri sono leggermente inferiori.
Allo stesso modo negli esemplari non standard, la posizione della data in relazione al bordo in basso del telaio può variare anche di pochi millimetri verso l'alto o verso il basso. Anche se comunque la data dovrebbe stare in fondo verso il bordo, sono molto pochi gli esemplari che hanno la data in posizione parallela in fondo al braccio inferiore.


Due esempi della Croce di Ferro. Quello a sinistra, senza marchio, ha dettagli modellati ed è opaco, mentre quella a destra (L/13) è semi-lucida ed ha una leggera finitura "sfocata".

 

Il nucleo di ferro era rifinito opaco o semi-nero opaco e poi laccato per proteggerlo dalla ruggine e dall'uso. L'intero impianto ha resistito alla prova del tempo, ma non è raro trovare Croci di Ferro con i centri parzialmente arrugginiti. Vi è anche un fenomeno di ruggine che potrebbe essere vista in alcune Croci di Ferro chiamata "venatura", una serie di piccoli canali sollevati che sembrano vene che attraversano la medaglia. Queste "vene" sono causati dalla ruggine che si forma sotto al termine della cottura.

Le "vene" possono essere viste chiaramente in questa immagine di una Croce di Ferro di prima classe.
Le "vene" possono essere viste chiaramente in questa immagine di una Croce di Ferro di prima classe.

NUCLEO NON MAGNETICO

Per quanto riguarda il nucleo di ferro, esistono esemplari in ottone non-magnetico. Erano utilizzati, almeno si crede, dal personale della Kriegsmarine (un'ipotesi ragionevole, dal momento che il ferro non sarebbe durato a lungo esposto all'atmosfera salata del mare). Questa ipotesi, tuttavia, non è stata documentata ed, effettivamente, è caduta in disgrazia nel mondo del collezionismo. Più precisa sembra essere l'idea che le Croci di Ferro non magnetiche sono stati emessi prima della LDO, quando nel luglio del 1942 fu pubblicato nella Uniformen Markt (rivista specializzata del settore) un articolo con il seguente testo:

"Recentemente, tre imprese hanno utilizzato rame e ferro zincato per il centro della Croce di Ferro di prima classe. Consiglio a tutte le imprese di rispettare rigorosamente i regolamenti emanati dal Präsidialkanzlei des Füheres. La Croce di Ferro è particolarmente importante, per la storia e per motivi etici, per cui materiali diversi dal ferro non devono essere utilizzati. Se questi fatti si ripeteranno, toglierò le aziende incriminate dalla lista dei produttori autorizzati".


Si può solo supporre che le aziende che erano fuori regolamento si allinearono, riprendendo l'uso esclusivo del ferro per tutti i nuclei della Croce di Ferro.

 

 

MONTAGGIO

Quando le due metà venivano saldati, il prodotto finito era eccezionalmente pulito, apparendo con la sua caratteristica forma sottile. Nella maggior parte delle croci si dovrebbe vedere in evidenza l'azione della limatura tutto intorno ai bordi, anche se in alcuni casi è necessario un ingrandimento. Le estremità della Croce furono limate a mano sembrando al tatto leggermente ricurve che combinato con il tempo di erosione naturale ai bordi  significa che i punti e gli angoli delle Croci di ferro originali oggi non dovrebbero mai sentirsi affilati al tatto.

Una volta che il corpo centrale veniva applicato era di solito tenuto saldamente in posizione dal telaio anche se in alcune Croci di Ferro è possibile farlo tintinnare all'interno del telaio stesso. Mentre è indiscutibilmente raro trovare una Croce di Ferro che ha mantenuto la sua finitura d'argento scintillante è però auspicabile che si possa ammirare.  Le Croci sopravvissute il più delle volte hanno sviluppato un aspetto invecchiato, dai collezionisti la cosiddetta "patina" . Il bordo di queste croci hanno un aspetto che spazia dal beige al quasi marrone. Anche se questo aspetto non è così immediatamente evidentemeno visivamente potente, questa patina della croce ha visto il passare degli anni, dandogli quella sensazione di antico. Quale aspetto preferibile è solo una questione di gusto personale, la croce come sarebbe stata ricevuta da un soldato o uno indossata che mostra la sua età.

Due esemplari opposti - una croce di ferro che ha sviluppato un po 'di patina, e uno che ha conservato la sua patina " nuova di zecca"
Due esemplari opposti - una croce di ferro che ha sviluppato un po 'di patina, e uno che ha conservato la sua patina " nuova di zecca"

1^ CLASSE

La Croce di Ferro di prima classe aveva le stesse dimensioni e caratteristiche alla seconda Classe (44 mm per 44 mm). Realizzata in 3 pezziè un distintivo da petto e quindi il retro è formato da una placca piatta solida in metallo argentato con presente soltanto il meccanismo per il fissaggio.

La modalità di fissaggio può essere costituito da una spilla, una cerniera e un gancio, o un sistema a vite acquistata privatamente. Esistono diversi stili della spilla e del suo gancio: si possono trovare del tipo a "pancia grassa", cilindriche coniche. Il meccanismo della spilla e del suo gancio, molto spesso può rivelare indizi utili a capire il produttore in caso di esemplare senza marchio. Le spille d'epoca e i ganci (che quasi sempre consistono nel classico gancio a "C") erano robusti e non cedono alla pressione delle dita.

Mentre la maggior parte delle Croci di ferro sono "piatte", alcuni hanno un aspetto leggermente convesso.

 

La Prima classe della Croce di Ferro è stata assegnata in scarso numero e logicamente rappresentava un livello di statura superiore rispetto alla seconda classe. Per ricevere la Croce di Ferro di prima Classe, i corpi della  Heer e delle Waffen SS avrebbero dovuto eseguire 3-4 ulteriori atti di coraggio oltre a quelli che gli erano valsa la seconda classe. La Luftwaffe e la Kriegsmarine avevano i seguenti criteri: il premio veniva regolarmente assegnato ai Comandanti degli U-boat che avessero affondato imbarcazioni per 50.000 tonnellate e per i piloti della Luftwaffe, quando avessero eseguito sei o sette uccisioni confermate. Naturalmente queste erano solo linee guida, ma un unico atto di grande importanza o di una lunga e costante carriera poteva far guadagnare all'individuo la Croce.

Questo "Divisionstagesbefehl" mostra 42 soldati della ID 263 che avevano ricevuto la Croce di Ferro di prima classe nel 25/01/1944. Firmato dal generale Lt. Werner Richter, D.K.i.G. il 26 nov 1943 - R.K. il 7 feb 1944.
Questo "Divisionstagesbefehl" mostra 42 soldati della ID 263 che avevano ricevuto la Croce di Ferro di prima classe nel 25/01/1944. Firmato dal generale Lt. Werner Richter, D.K.i.G. il 26 nov 1943 - R.K. il 7 feb 1944.

I PRODUTTORI

 

Se presente, il marchio del produttore si trova su entrambi i lati della spilla o sul retro della Croce sia sul braccio inferiore o al centro. Come nel caso della Seconda Classe, le croci non marcate sono perfettamente normali anche se un pò meno desiderate dal collezionista medio.

 

Di seguito è riportato un elenco dei produttori conosciuti.

  2. C.E. JUNCKER

  3. WILHELM DEUMER

4. STEINHAUER & LüCK

1. DESCHLER & SOHN


6. FRITZ ZIMMERMANN

7. PAUL MEYHAUER

8. FERDINAND HOFFSTADTER

11. GROSSMANN & Co.


15. FRIEDRICH ORTH

20. C.F. ZIMMERMANN

25. ARBEITSGEMEINSCHAFT DER GRAVEUR-GOLD-UND SILBERSCHEMIEDE-INNUNGEN

26. B.H. MAYER'S KUNST-PRAGEANSTALT


52. GOTTLIEB & WAGNER

65. KLEIN & QUENZER A.G.

100. RUDOLF WACHTLER & LANGE

107. CARL WILD


L/10. DESCHLER & SOHN

L/11. WILHELM DEUMER

L/12. C.E. JUNKER

L/13. PAUL MEYBAUER                                                            


L/15.  OTTO SCHICKLE

L/16.  STEINHAUER & LüCK

L/18. D.H. MAYER'S, HOFKUNSTPRAGEANSTALT

L/19.  FERDINAND HOFFSTADTER


L/50. GEBR.GODET & Co.

L/52. C.F. ZIMMERMANN

L/53. HYMMEN & Co.

L/54. SCHAUERTE & HOFELD


L/55. WACHTLER & LANGE RUDOLF

L/56. FUNCKE & BRUNINGHAUS

L/57. BOERGER & Co.

L/58. RUDOLF SOUVAL


L/59.0 ALOIS RETTENMAIER

VARIAZIONI

CROCI DI FERRO CON SISTEMA A VITE


Le Croci con il sistema a vite, si trovano più difficilmente perciò per il collezionista hanno più valore. Hanno un piccolo perno sporgente filettato che veniva inserito attraverso l'uniforme. Veniva bloccato da una piastra tonda che veniva avvitata dietro. A volte veniva aggiunto un piccolo perno sul retro nella parte superiore del braccio per mantenere la Croce bloccata senza ruotare sul suo asse.

Questo tipo di Croce era disponibile per l'acquisto privato. Il commercio al dettaglio era sotto il controllo della LDO, e la vite che la sostiene fu specificamente approvata nel 1941. Furono realizzate anche precedentemente per cui erano essenzialmente disponibili durante tutta la guerra.

Qui di seguito sono riportati alcuni produttori che hanno prodotto questa variante:

 

L/13 - Paul Meybauer

 

L/18 - D. H. Mayer's, Hofkunstprageanstalt

 

L/53 C..F. Zimmermann

 

L/56 - Luncke & Bruninghaus

 

L/58 - Rudolf Souval

 

L/59 - Alois Rettenmair

 

Senza marchio

 

DOPPIO MARCHIO

 

 

Nel caso dei due PRODUTTORI, C.F. Zimmermann e Steinhauer & Luck, è possibile trovare esempi di doppi marchi Prasidialkanzlei e LDO su di loro.

CROCE DI FERRO NON DI FERRO

 

Questa variante della Croce di Ferro ha il suo nucleo centrale realizzato con materiali non magnetici, di solito in ottone, ma anche eventualmente di zinco. Come per la seconda classe, si stima che ci fossero pezzi di prima produzione.

CROCE DI FERRO "SHINKELFORM"

 

La Croce Shinkelform è una rara variante della prima classe. Come per la seconda classe, questi sono stati realizzati con stampi del 1914 e così hanno la caratteristica di avere le braccia più strette, come illustrato di seguito.

VARIAZIONE CON IL "3" ARROTONDATO

 

Esistono variazioni che hanno il numero "3" con la parte superiore arrotondata. Sono piuttosto rare.

CROCI DI FERRO DI PRIMA CLASSE IN STOFFA

 

Esistevano Croci di Ferro di prima Classe di stoffa durante il Terzo Reich, ma la loro autenticazione è una sfida molto difficile per il collezionista. Aggiungete il fatto che esistono una grande varietà di falsi prodotti nel corso dei decenni, per cui e la sfida è ancora più dura.

CROCI DI FERRO DI FABBRICAZIONE ESTERA

 

Sia il Giappone che la Spagna hanno prodotto Croci di Ferro di prima classe. Il Giappone li ha fabbricati per i marinai tedeschi stanziati a Tokyo e sono molto rari.

La Germania aveva decorato i più meritevoli membri della Divisione Blu Spagnola e la Legione Blu con le Croci di Ferro. Dal momento che la svastica non era stata messa fuori legge in Spagna, dopo la seconda guerra mondiale, furono prodotte ancora nuove Croci sia per il veterano sia per i collezionisti. La variazione spagnola si contraddistingue per la scarsa qualità per cui di solito può essere riconosciuta rispetto alla sua omologa tedesca, senza troppa difficoltà.

Tra le 300.000 e le 575.000 Croci di Ferro di 1a classe sono state assegnate durante la seconda guerra mondiale.

CROCE DI FERRO DI 2^ CLASSE

La Croce di Ferro di Seconda Classe aveva ottenuto un certo livello di prestigio negli ultimi giorni del 1939, nella guerra passata anche il grado più basso si otteneva con grande difficoltà. Tuttavia, poiché il conflitto era in stato avanzato e certamente l'infrastruttura tedesca si era sbriciolata nel 1945, questo grado è stato dato con liberalismo e quindi la sua reputazione fu erosa di conseguenza. Nonostante ciò, la Croce di Ferro di seconda classe fu una decorazione apprezzata e molti destinatari avevano documentato con orgoglio le gesta che valsero loro il diritto di indossarlo.

Criteri di aggiudicazione

Il criterio ufficiale per l'assegnazione era un singolo atto di coraggio di fronte al nemico o azioni che erano nettamente al di sopra di ogni aspettativa.

Il personale della Heer e delle SS avrebbero ricevuto la Croce per un'azione di successo in cui il soldato si sarebbe distinto. Per esempio, il comandante di plotone delle SS Eric Ostuf Brørup del 5 ° SS Panzer Division è stato decorato il 1 ° dicembre 1942 per aver condotto un raid di ricognizione nella foresta nel fronte orientale dopo il quale seguì uno scontro a fuoco. Il suo plotone inflisse perdite nemiche portandosi dietro sei prigionieri, due dei quali sottufficiali. Non era insolito per una intera unità ricevere la seconda classe Croce di Ferro. L'intero equipaggio dell' U-29 è stato decorato il 18 settembre in riconoscimento del loro coraggioso affondamento della nave  portaerei HMS il giorno precedente.

Come veniva indossato


  Il premio veniva indossato in tre modi diversi:

Nel secondo bottone dell'uniforme.
Quando in abito formale, veniva indossata da sola  o come parte di una barra di medaglie.
Per tutti i giorni veniva indossato solo il nastro nel secondo foro del bottone dell'uniforme.

COSTRUZIONE

La seconda classe della Croce di Ferro misura 44 millimetri di diametro ed è tenuto da un nastro nero, bianco e rosso che rappresentano i colori del nuovo Reich. Una volta che la croce di base veniva prodotta, un anello veniva saldato sul braccio superiore e in questo a sua volta passava il nastro (su una Croce di Ferro standard il nastro misura 30 millimetri). La striscia centrale del tessuto misura 14mm con le strisce bianche e nere che misurano  4 mm ciascuna.

Il marchio del produttore, se presente, si trova sull'anello. Molte Croci di Ferro non sono marcati per cui  l'assenza è moto comune.

GALLERIA DEI PRODUTTORI

 

Le seguenti aziende hanno fabbricato la Croce di Ferro di seconda classe durante il periodo del Terzo Reich. In queste Croci sono presenti i marchi, ma la mancanza del marchio è del tutto normale. In molti casi il produttore di una Croce senza un marchio può essere dedotto confrontandolo con un esempio marcato. Bisogna essere consapevoli tuttavia che ci possono essere variazioni all'interno dello stesso produttore e quelli qui sotto raffigurati sono rappresentativi del costruttore ma non possono dare una parola definitiva su di loro.

1. Deschler & Sohn


2. C.E. Juncker


3. Wilhelm Deumer


4. Steinhauer & Lück


5. Hermann Wernstein

??????????????


6. Fritz Zimmermann


7. Paul Meybauer


8. Ferdinand Hoffstädter

?????????????


11. Grossmann & Co.


12. Frank & Reif

????????????


13. Gustav Brehmer


15. Friedrich Orth


16. Alois Rettenmaler


19. E. Ferd Weidmann


20. C.F. Zimmermann

?????????????