Medaglie Commemorative ( Medal Commemorative)

Quando Hitler fu nominato cancelliere tedesco nel 1933, era nella sua agenda immediata il consolidamento il suo potere. Dopo aver compiuto questo attraverso una serie di mosse politiche e forti armi tattiche, il suo prossimo obiettivo era quello di ricostruire le Forze Armate. Qui si trovò in una situazione di conflitto poichè era impossibile ricostruire la Wehrmacht senza rompere il trattato di Versailles. Ma tutto questo non poteva essere tranquillamente fatto senza avere la possibilità di difendere la Germania in caso di una risposta da parte degli alleati occidentali. Hitler colse l'occasione. Strappò il trattato di Versailles e cominciò a rafforzare le Forze Armate. Egli, riprese i progetti militari del marzo 1935, prese il controllo della Renania nel 1936 e inviò legioni di uomini in Spagna per combattere insieme al generale Franco ed essere addestrati all'arte della guerra moderna.

La Germania cominciò ad esercitare pressione diplomatiche attraverso minacce militari ai territori annessi. Gli alleati, che voleano evitare la guerra quasi ad ogni costo, stavano a guardare quando l'Austria fu annessa, cedette alle sue richieste in Cecoslovacchia e ha permesso il ritorno del distretto di Memel. Il processo di espansione "pacifica" culminò solo con l'invasione della Polonia, quando Francia e Inghilterra dichiararono guerra alla Germania e la seconda guerra mondiale ebbe inizio.

Furono realizzate una serie di medaglie, per commemorare le tre storiche occupazioni. Essi non sono di grande valore monetario e molti collezionisti non danno loro spazio sugli scaffali. Commemorano tuttavia la preoccupante strada che aveva portato alla guerra.

 

MEDAGLIA COMMEMORATIVA PER IL 13 Marzo 1938

Istituito il 1 ° maggio 1938, la medaglia commemora il ritorno della terra natia di Hitler al Reich tedesco. L'operazione è stata la prima ricerca di Hitler verso il "Lebenraum" rafforzando i fianchi tedeschi e indebolendo quelli della Cecoslovacchia. Le truppe tedesche attraversarono il confine il 12 marzo 1938 senza incontrare alcuna resistenza. L'nvasione era stata preceduta da una serie di "incidenti" provocati dai nazionalsocialisti in Austria insieme alle pressioni diplomatiche e ultimatum stabiliti dal governo tedesco. Questa prima azione, destò numerosi sospetti, ma non causarono allarme generale nella comunità mondiale. Dopo tutto era sembrato che fosse una scelta del popolo austriaco che erano di lingua tedesca.

 

 

 

La medaglia, nota come la prima "medaglia Anschluss", è stata assegnata a tutti gli austriaci che avevano contribuito o partecipato alla annessione come pure i membri del NSDAP austriaco. E' stato inoltre assegnato ai funzionari di Stato tedeschi e membri della Wehrmacht e delle SS tedesche che avevano marciato in Austria.

 

 

 

La medaglia del 13 marzo 1938 si basava sul Distintivo della Giornata del partito 1938. Sul davanti è raffigurata una persona in possesso di una bandiera con la svastica (Germania) che aiuta un altra persona che si era rotto le catene (Gli austriaci liberati) su di un podio con l'Aquila della Wehrmacht che rappresenta il Grande Reich tedesco. Al centro del rovescio è presente la scritta "13 Marz 1938" con lo slogan "Ein Volk, Ein Reich, Ein Führer" (Un Popolo, uno Stato, un Führer) che lo circonda. Questo è stato uno slogan di propaganda preferito che aveva molto fascino ed è stato utilizzato più volte nei discorsi di Hitler per rappresentare l'atteggiamento di unificazione del tempo.

E'  stato prodotto in ottone o in bronzo tombak con il rivestimento in argento opaco. Il nastro che lo tiene era rosso con il bianco-nero-bianco ai bordi. Le assegnazioni si sono fermate il 13 dicembre 1940, momento in cui furono assegnati 318.689 medaglie.

Se indossato era posto come parte di un gruppo per le occasioni formali, o in una barra nastro per gli individui in servizio attivo.

 

MEDAGLIA COMMEMORATIVA DEL 1° OTTOBRE 1938

 La Medaglia commemorava il ritorno del Sudentenland in Germania è stata autorizzata il 18 ottobre 1938. Ancora una volta Hitler aveva impiegato un abile diplomazia politica del rischio calcolato utilizzando come strumento pericoloso per portare la Regione dei Sudeti sotto il controllo tedesco e spianando la strada per l'annessione della Cecoslovacchia.

 

 

 

Sudeti è una regione storica che comprende le aree delle province di Boemia e Moravia, in prossimità dei Monti Sudeti. Parlando però per lo più il tedesco, dopo la prima guerra mondiale il trattato di St. Germain aveva incorporato l'area nella Repubblica cecoslovacca. Questo ha causato un profondo risentimento in Germania, e un punto di contesa tra Germania e Cecoslovacchia. Per tutto il 1930 le difficoltà economiche e la disoccupazione aveva spinto molti alla presa di posizione filo-tedesco di Konrad Henlen e le sue coorti, fondando il Partito (nazista) Tedesco dei Sudeti. Nell'estate del 1938, Hitler aveva espresso sostegno per le esigenze della popolazione tedesca della Regione dei Sudeti da incorporare nel Reich. Questo convinse Hitler ad annettere l'area e a minacciare la guerra contro il parere dei suoi generali che erano sicuri che la Germania non era pronta ad alzarsi in piedi in una guerra mondiale. La Cecoslovacchia si mobilitò, rendendosi conto che perdendo la maggior parte delle loro fortificazioni e le loro barriere naturali ai loro confini li avrebbe lasciati indifesi. Fu in queste circostanze che si era tenuta la Conferenza di Monaco.

 

 

 

 Presenti a Monaco di Baviera il 29 settembre sono stati Neville Chamberlain (Inghilterra), Eduard Daladier (Francia), Benito Mussolini (Italia), così come Hitler e Ribbentrop. I rappresentanti della Cecoslovacchia e dell''Unione Sovietica non erano stati invitati. La conferenza è durata due giorni, temendo una nuova guerra , la regione dei Sudeti è stata consegnata alla Germania. Alla fine, circa 10.000 chilometri quadrati e 3.500.000 persone vennero annesse al Reich. Chamberlain dopo il Trattato raggiunse l'Inghilterra e si vantò di aver raggiunto "la pace nel nostro tempo". Il 16 marzo 1939, Hitler era a Praga a proclamare che la Cecoslovacchia non esisteva più.

La Medaglia commemorativa ha il davanti  uguale alla medaglia "13 MARZO 1938", e il retro differiva per la data (18 ottobre 1938). E' stata assegnata a tutti coloro che avevano partecipato all'annessione, così come le truppe che avevano marciato nella Regione dei  Sudeti e che in seguito avevano partecipato alla creazione dei protettorati di Boemia e Moravia.

Per coloro che avevano ricevuto la medaglia e partecipato a quegli eventi, fu approvata una barra di bronzo il 1 ° maggio 1939. Su questa barra è presente il Castello di Praga sul davanti con due punte triangolari nella parte posteriore dove si tiene il nastro. Sia la Medaglia che la barra sono ricche di dettagli con una finitura bronzata. Il nastro è nero-rosso-nero con bordi bianchi. L'assegnazione della medaglia è stata interrotta il 1 ° dicembre 1939, con un totale di 1.162.617 medaglie e 134.563 Barre assegnate.

Se indossato veniva posto come parte di un gruppo per le occasioni formali, o in una barra nastro per gli individui in servizio attivo (una barra in miniatura con il Castello di Praga è stato posto sul nastro per coloro che detenevano questo premio).

LA MEDAGLIA COMMEMORATIVA PER IL RITORNO DI MEMEL

In una cruenta azione senza spargimento di sangue prima della seconda guerra mondiale, la Germania annesse il distretto di Memel in Lituania il 22 marzo 1939. Questa zona della Prussia orientale, con 160.000 abitanti, era stata consegnata alla Lituania all'indomani della prima guerra mondiale a seguito della Convenzione di Memel del 1924 . Il 20 marzo 1939 Hitler chiese che l'area fosse tornata alla Germania e sorprendentemente, il governo lituano lo concesse. Il 23 marzo fu relizzata dalle truppe tedesche tramite uno sbarco con navi una occupazione pacifica della città. L'area andò alla ribalta due volte negli anni a venire. Ha svolto un ruolo chiave nella campagna polacca e nelle battaglie finali della guerra, quando fu ostinatamente difesa dalle truppe tedesche.

 

 

 

 Per commemorare l'occupazione è stata autorizzata la "Medaglia di Memel" il 1 ° maggio 1939. Questa, l'ultimo dei premi Anschuluss, è stata progettato dal Dr. Klein. Il davanti è esattamente come le medaglie di cui sopra. Il contrario si legge "Zur Erinnerung un die Heimkerhr Memellandes des 22. Marz, 1939 (per commemorare la restituzione dell'area Memel marzo 22,1939), circondato da una corona di foglie di quercia. Il premio è stato consegnato a tutti i militari, al personale politico e civile che si erano distinti in azioni relative alla restituzione del distretto alla Germania.

 

 

 

 La medaglia ha un rivestimento di bronzo e veniva indossata sul taschino sinistro della tunica sospesa da un nastro con i colori bianco-rosso-bianco-verde-bianco-rosso-bianco, che sono i colori della Lituania. I riconoscimenti si fermarono alla fine del 1940, con un totale di 31.322 medaglie assegnate.

Come per le medaglie precedenti, veniva indossata come parte di un gruppo in occasioni formali e su una barra a nastro per uso quotidiano o di campo.