DISTINTIVO DELLA CONTRAEREA

Il Distintivo della contraerea ( Army Flak Badge /Heeres-Flakabzeichen) è stato istituito dal OKH "Oberkommando des Heeres", Alto Comando dell'Esercito tedesco, nel 18 luglio 1941 ed è stato progettato dallo studio di Ernst Wilhelm Peekhaus di Berlino. Erano qualificati ad ottenerlo i membri delle batterie antiaerei, gli equipaggi di localizzazione tramite i suoni e il personale dei fari di supporto. 

Il distintivo consisteva in un cannone antiaereo 88 millimetri circondato da una corona di foglie di quercia e in alto l'emblema nazionale. Otto foglie compongono la corona, quattro per lato, con una ghianda posizionato tra ogni foglia. Il cannone 88 millimetri rivolto a destra e la canna si estende oltre il lato destro della corona.

Esempi originali hanno dettagli eccellenti e sono state prodotte in un unico pezzo a differenza dei loro omologhi della Luftwaffe. Il distintivo era un unico pezzo solido o semi-vuoto con uno spillo sottile verticale a molla sul retro.

 

Il premio veniva autorizzato dai comandanti con il grado di generale di Artiglieria o superiore. Il Regolamento prescriveva che doveva essere indossato sul taschino sinistro. Se indossate in concomitanza con il Distintivo d'Assalto (General Assault Badge) , doveva essere posizionato a sinistra.

 Il documento standard era stampato in vari stili e conteneva la data di autorizzazione, il nome, grado, e l'unità del destinatario. In fondo c'era la firma dell'ufficiale e il timbro del servizio ufficiale.

 

Il Distintivo antiaereo della Heer veniva assegnato tramite un sistema a punti, e 16 era il requisito. Quattro punti venivano assegnati alla batteria per aver abbattuto un aereo nemico senza supporto. Se si veniva assistiti da altre batterie venivano assegnati solo due punti. Gli equipaggi dei fari o i localizzatori dei suoni  che lavorano in collaborazione con le batterie antiaerei, i quali avevano effettuato la prima rilevazione , gli veniva assegnato un punto. Il premio poteva essere concesso a prescindere dai punti  per il coraggio o il merito nello svolgimento di una missione contraerea.

Ufficiali, sottufficiali e soldati erano eleggibili per il premio. Veniva conferito ai comandanti di unità una volta che la metà degli uomini sotto il loro comando lo aveva ricevuto.

 

    I produttori che si conoscono del distintivo erano i seguenti:


HERMANN AURICH-di Dresda. DUE TIPI DI DISTINTIVI sono attribuiti a questa azienda, sono dotati entrambi della CERNIERA CIRCOLARE CLASSICA PIAGATA . UNA CARATTERISTICA BEN NOTA ha le iniziali e l'altra versione sembra evere le iniziali  "LM".

WALTER & Henlein-OF GABLONZ.

 

C. E. JUNCKER-DI BERLINO. Questo produttore aveva diverse varianti del distintivo entrambi marchiati e non  marchiati.

 

G.H. Osang-di Dresda.

 

RUDOLF SOUVAL-DI VIENNA.

 

L 56 SEGNATO ... FUNK & Brüninghaus di Lüdenscheid

DISTINTIVO DEI PARACADUTISTI DELL'ESERCITO ( Army Parachutists Badge)

Distintivo da paracadutista
Distintivo da paracadutista

Il 29 gennaio 1936, era stato stabilito che i volontari del I. / RGG (1 ° Batl. Reggimento "General Göring") dovevano comporre i quadri della prima classe della formazione paracadutista. Più tardi, nel marzo di quell'anno, la Luftwaffe aveva aperto la sua prima scuola di salto a Stendal (Borstel) sotto il capitano Immans. Il primo corso di formazione composto da 24 volontari è durato per due mesi (4 Maggio - 3 luglio). I titoli di primo salto (Fallschirmschützenschein) furono assegnati il giorno dopo la fine del corso (4 Luglio 1936).

La prima classe di formazione, anche conosciuta come Immans Ausbildungskommando, prima dell'inizio del primo corso il 3 maggio 1936.

Membri di una delle prime classi di formazione paracadutista della Luftwaffe dell'agosto 1936. Si noti il camice primo modello (M36) e i gradi con le barre diritte sulla manica.

Uno dei documenti per il distintivo di qualificazione primo paracadutista assegnato a Oskar Holzwarth nel dicembre del 1936 (poche settimane dopo il distintivo è stato ufficialmente istituito). Questo documento, così come il documento del distintivo da paracadutista dell'esercito, erano nel grande formato DIN-A4. Holzwarth aveva attaccato la sua foto verso l'angolo superiore sinistro della documento. Notate le iniziali RGG (Reggimento "Generale Göring")

Il 4 ottobre del 1936 l'Esercito ordinò l'istituzione della sua compagnia di paracadutisti, il Fallschirm Infanterie Kompanie. Il bando è uscito per i volontari ai primi di marzo 1937 e in aprile i primi uomini che aveva superato sia gli esami psicologici che fisici (solo 7 su 30 volontari ) avevano cominciato ad arrivare al "Albrecht der Bär", la  caserma a Stendal. L'esercito non aveva una struttura di formazione a sé stante, così avevano utilizzato la struttura già stabilita per la Luftwaffe a Stendal / Borstel (sotto Olt. Bassange). La scuola di salto iniziò ai primi di giugno del 1937, e solo 3 su ogni 7 tirocinanti superarono il corso del salto.

La foto sopra ritrae il gruppo 9 presso la caserma di formazione Stendal / Borstel nel giugno del 1937. Si noti che in quel periodo, i paracadutisti dell'esercito non avevano la propria attrezzatura  e quindi venivano usati gli elmetti, tute ecc dalle scorte della Luftwaffe. Gli uomini in questa foto indossano la tuta per il salto primo modello M36 (doppia cerniera) della Luftwaffe, così come entrambi M36 (2 slot rinforzato per lato) e M37 (una apertura per ogni lato) e i caschi Luftwaffe. Da segnalare è anche l'uso dei pantaloni per il salto  modello molto raro (con 3 scatti) chiaramente visibile sull'uomo seduto alla sinistra. Walter Ruemmler siede alla destra.

I membri della Fanteria Fallschirm Kompanie prima di un salto di formazione nei primi mesi del 1938. Si noti l'istruttore Luftwaffe che controlla il loro paracadute.

I membri della Fanteria Fallschirm Batl. nell'estate del 1938. Luigi Helwig è a sinistra nella fila posteriore, e Konrad "Koni" Poerner è accanto a lui (alla sua sinistra)

Il 1 ° giugno 1938, il Fallschirm Infanterie Kompanie è stato ufficialmente esteso (per ordine HM38 No.286 del 15 marzo 1938) al Battaglione Fanteria Fallschim. In aggiunta alle Zugo Nachrichten e Zugo Pionier, c'erano 4 compagnie di fanteria (la quarta era "pesante" (mitragliatrici e mortai)) sotto il Maggiore Heidrich e capitano Prager. La prima compagnia  (sotto Olt. Von Brandis), la seconda compagnia (sotto Olt. Huebner), la terza compagnia (sotto tenente Pagels) e 4a compagnia (sotto Olt. Pelz). Il 4 novembre 1938, il Battaglione Fanteria Fallschirm fu spostata da Stendal alla loro nuova caserma (la Kaserne Rosalies) a Braunschweig.

In autunno del 1938, la FIB (Fallschirm Infanterie Bataillon) ha pubblicato un opuscolo informativo chiamato "Bekleidung Ausrüstung und eines Fallschirmschützen des Fallschirm Infanterie Bataillons" (abbigliamento e attrezzature dei paracadutisti della Infanterie Bataillon Fallschirm) Werner Stueber, che fu uno dei primi membri della FIK , ricevendo il numero distintivo 41 il Sept.01 1937, fu il modello per le foto nella brochure.

Il 1 ° gennaio 1939 la Fallschirm Infanterie Bataillon fu trasferita nella  Luftwaffe(per ordine OKH No.4840/38 g. AHA / In 2 IX del 30 dicembre 1938)  per formare il nucleo del II. / Fallschirm Reggimento Jäger 1 (il 5, 6, 7 e 8 aziende). Il 2 Feb 1939 per Der R.d.L. u. Ob.d.L. No.7045/38 gKIv, 1b fu firmato l'autorizzazione all'uso delle bande sulle maniche della Jäger Fallschirm Rgt.1 . Le divise della Luftwaffe non furono emesse per i vecchi membri della FIB fino a dopo la missione di Praga (metà / fine marzo 1939), così a volte si trovano le prove fotografiche del sleeveband FJR1 che indossava l'uniforme dell'esercito. Questa formazione nella foto è uno di questi casi. Anche se un po fuori fuoco, si può chiaramente vedere le bande sulle maniche.

Una banda da braccio cucita a mano versione sottufficiale della Jäger Fallschirm Rgt.1 .

Il 1 ° settembre 1937, Generaloberst Frhr. von Fritsch, comandante in capo dell'esercito, autorizzò il distintivo paracadutista dell'Esercito  (Fallschirmschützenabzeichen (Heer)) per i membri della Fanteria Fallschirm Kompanie. Il primo distintivo assegnato in quel mese, nel pomeriggio del 10 settembre, fu a Hauptmann Zahn e Olt.Pelz durante le manovre di autunno a Mecklenburg. A poco più di 170 uomini furono assegnati il distintivo in quel giorno, e il Generalleutnant Roese (che firmò i documenti del distintivo) premiò personalmente con il distintivo Hauptmann Zahn e Olt.Pelz.

Documento formale (Verleihundsurkunde) per il distintivo da paracadutista dell'Esercito. Questi documenti sono stati assegnati solo due volte, il 01 settembre 1937 e 18 dicembre 1937. Tutti i membri della FIK / FIB che avevano completato / superato il corso del salto dopo queste date, era stata data la tessera e la licenza, ma non il documento di riconoscimento formale. Un totale di circa 400 documenti sono stati assegnati. Il documento è in formato DIN A4 e firmato da Generalleutnant Roese, Inspekteur Der Fanteria.

La licenza di salto (Fallschirmschützenschein) veniva assegnata a tutti i tirocinanti che avevano completato con successo il corso di formazione al salto. Le prime licenze sono state assegnate una settimana prima dei primi documenti del distintivo (24 Agosto 1937), e il secondo gruppo di licenze sono stati assegnati lo stesso giorno (18 Dicembre 1937). Ecco una delle prime licenze per il salto dell'esercito, assegnato a Walter Rummler il 24.8.37. C'era anche una versione della licenza della Fallschirm Infanterie Bataillon aveva un emblema nazionale con una variante nel carattere della scrittura.

I membri della Fanteria Fallschirm Kompanie nel tardo autunno 1937 mostrano i distintivi appena ricevuti.

  Foto in studio di un paracadutista dell'esercito che indossa il distintivo paracadutista dell'esercito della fanteria Waffenrock .

I membri del Infanterie Bataillon Fallschirm hanno continuato ad indossare i distintivi dei paracadutisti dell'esercito dopo il trasferimento alla Luftwaffe nel 1.1.39. Il 18 DICEMBRE 1943 tutti gli ex membri del Infanterie Bataillon Fallschirm hanno ufficialmente ricevuto la versione della Luftwaffe del distintivo paracadutista, ma ben pochi hanno scelto di indossarlo al posto del loro originale distintivo dell'Esercito.

Foto di un ex paracadutista dell'esercito (ora membro del II./FJR1) presa a "Studios Gordon" a Den Haag (dove erano acquartierati II. / FJR 1 in case private subito dopo la presa dei ponti ferroviari e stradali a Moerdijk, il 10 maggio 1940) questa foto è datata 30 Maggio 1940 ed è stata scattata poco dopo che erano stati assegnati le Croci di Ferro per questa operazione.

Un altra foto di un ex paracadutista dell'esercito con ancora indosso il suo originale distintivo da paracadutista dell'Esercito sul suo 2° modello Luftwaffe Fliegerbluse . Circa 1941/42.

  Foto di ex paracadutista dell'esercito scattata il 24 maggio 1940, in uno studio a Den Haag. Indossa la Croce di Ferro di 2^ classe che aveva appena ricevuto per l'operazione di Moerdijk.

IL DISTINTIVO - PRIMO MODELLO

Il primo distintivo dei paracadutisti dell'Esercito prodotto dalla CE Juncker di Berlino è stato quello che viene definito oggi come il primo modello con l'artiglio tagliato dell'aquila. Il distintivo è in alluminio e ha una finitura anodizzata. Le caratteristiche uniche del 1° modello sono l'assenza (in quasi tutti i casi) della "barba" sotto il becco dell'aquila Wehrmachtadlers e l'esistenza (in tutti i casi) dei primi esemplari del marchio CE Juncker sul retro .

L'esempio sopra proviene dalla proprietà di Bruno Risse paracadutista dell'Esercito  e, come potete vedere, è un po 'anomalo, perché la piastra dello stampo è stato solo parzialmente lavorato a distanza. In primo piano il marchio del produttore sul retro di un distintivo primo modello, notare la L inclinata e S spigolosa, caratteristico di un timbro dei primi Junckers.

 

Rinforzo dell'artiglio

 

Juncker aveva fatto una riconfigurazione dello stampo nel tentativo di rafforzare il fragile artiglio (che tendeva ad essere sottile durante il processo di attacco dello stampo). Questa riconfigurazione aveva raggiunto il suo obiettivo iniziale, ma ebbe vita breve a causa del fatto che il prodotto risultante è stato esteticamente inaccettabile.

SECONDO MODELLO

Con la consapevolezza che lo stampo del distintivo del primo modello non poteva essere riconfigurato con successo, un nuovo stampo era stato progettato e realizzato. Gli artigli dell'aquila in picchiata ora erano leggermente ingranditi e tenuti vicino al suo corpo (non ben estesi come il primo modello), riducendo notevolmente la probabilità che di sarebbero potute staccare durante il processo di stampaggio. Un'altra novità è stata l'esistenza di una lastra di stampo (o barba) che si estendeva dal becco dell'aquila  Wehrmachtadlers alla sua spalla destra. Si presume che questa misura è stata presa per rafforzare l'area del becco, e forse per risparmiare il tempo necessario per fare il delicato lavoro di intaglio in questa zona dopo l'attacco. Il secondo modello , proprio come il primo, era caratterizzato da una finitura anodizzata.

La principale differenza evidente quando si guarda il rovescio del distintivo del secondo modello in confronto al primo modello è la mancanza di un marchio del produttore. In quasi tutti i casi questi distintivi non sono stati contrassegnati. Altre caratteristiche (cerniera a barilotto, e i rivetti a cupola rimangono le stesse). I distintivi del secondo modello sono state prodotte sia con i perni a punta sia  arrotondate. Le dimensioni di questi distintivi sono di circa 55 millimetri x 42mm e pesa circa 12,5 grammi.

Qui Sotto - la custodia originale per il distintivo da paracadutista dell'esercito. Tutti gli originali, ancora nelle mani dei destinatari sopravvissuti, sono esattamente gli stessi (testo, consistenza / colore di stoffa). Le custodie con la dicitura "Fallschirmschuetzenabzeichen des Heeres" sono di pura fantasia secondo il parere dell'autore.

ARGENTO

I membri della Fanteria Fallschirm avevano la possibilità di acquistare un distintivo in pregiato argento 800 nei gioiellieri locali. Questi distintivi sono stati anche realizzati da CE Juncker di Berlino, ed erano di altissima qualità e dettaglio. Sono stati prodotti sia il primo che il secondo modello. Dopo che l'ordine era stato effettuato (con il gioielliere), il gioielliere avrebbe mandato i dettagli della persona  alla Juncker con l'ordine. Il retro di solito c'era inciso il nome della persona, il grado e l'unità , insieme a un numero. Questi numeri corrispondono al numero di controllo sul documento di riconoscimento del distintivo del paracadutista , oppure il numero di controllo sulla licenza di paracadutista.

Johannes Schilling (# 154) ordinò questo distintivo con un gioielliere di Braunlage (vicino alla Montagna Harz) alla fine del 1937. Si noti l'unico marchio che si dovrebbe trovare stampato sul retro della 800 (800 parti d'argento originali 200 parti di lega ). Si noti anche il perno a forma conica e il posizionamento del fermo a forma di "C".

Il distintivi versione FIB (secondo modello stampato in alluminio) erano leggermente più pesanti rispetto alla versione FIK (pesa 35 grammi rispetto ai 30 grammi della versione FIK). Nessuno delle due versioni del distintivo aveva la caratteristica della "barba" sotto il becco dell'aquila Wehrmachtadlers.

MODELLO 1937 IN STOFFA

Nella foto qui sotto è un distintivo 1937 in stoffa ricamata a macchina sul blu scuro / verde ovale. L'autore sta facendo l'ipotesi che questi tentativi sono stati prodotti prima della guerra sulla base di due cose. 1. Colloqui con i membri superstiti della FIK / FIB. 2. L'esistenza di uno di questi distintivi incollato in un album di fotografie anteguerra.

Esempi originali sono stati osservati sia con con materiale di colore nero con supporto in marrone chiaro.

Sotto - distintivo modello 1937/38 in stoffa in condizioni inedita.

1943

Il Distintivo paracadutisti dell'Esercito (ora si chiama Fallschirmschutzenabzeichen des Heeres) è stato re-istituito il 01 giugno 1943 con la formazione della 15a (Fallschirmjager) Kompanie del Reggimento di Brandeburgo 4 (il 1 Aprile, 1943). Il distintivo è stato prodotto Feinzink da CE Juncker di Berlino con la stessa stampa  utilizzata per il produttore del distintivo secondo modello in alluminio. Le dimensioni sono le stesse del secondo modello in alluminio e il peso è di circa 29,5 grammi.

Si noti che il distintivo modello 1943 , come il secondo modello in alluminio , era  marcato. Ci sono alcune differenze, tuttavia. Sia la cerniera a botte sia il perno di cattura a forma di "Csono appoggiati apposti ad una piccola lastra piana (oblunga per la cerniera botte e circolare per il perno di cattura "C") che poi aderisce al retro della corona (non direttamente al retro della corona come con il distintivo in alluminio). La finitura utilizzata in questi distintivi re-istituiti era caratterizzata da un "lavaggio in  economia", simile a quello che è stato utilizzato su altri distintivi durante la guerra. Si notino le "bolle" sul lato opposto dell'aquila, che sappiamo sia una caratteristica originali.

 

Grade

Caratteristiche

Prezzo in €

Juncker Berlin

  Argento 800, inciso »Kompanie« or »Battallion«

32.000

 

  Argento 800, senza incisione

15.000

 

Alluminio marchio »CE JUNCKER BERLIN SW«

4.000

 

Alluminio, senza marchio 

3.500

 

Zinco

1.800

 

 

Soldbuch rilasciato a (BRANDENBURGER) Uffz.GEIER. Notate che nella fotografia indossa il distintivo modello del 1943.

  I distintivi modello 1943 sono stati prodotti con le catture dei perni a forma di "C" sia arrrotondati che piatti.

Distintivo in stoffa del 1943 con supporto feldgrau.


Distintivo da combattimento anti-partigiano (Anti-partisan badge)

Distintivo da guerra anti partigiano in bronzo
Distintivo da guerra anti partigiano in bronzo

DISTINTIVO PER LA LOTTA ANTIPARTIGIANA

CENNI STORICI: LA LOTTA CONTRO I PARTIGIANI

Nel 1941, pochi mesi dopo l'entrata delle truppe germaniche in Unione Sovietica, nasce nelle retrovie una nuova forma di guerra, organizzata da Mosca, e affidata a gruppi di partigiani. Uomini armati, nascosti nei boschi, riforniti e appoggiati per via aerea, rappresentano un'insidia talmente grave che, per ordine del Furher, il termine "partigiani", ritenuto indegno, venne abolito: da quel momento si parlerà di "banditi" ( banditen ) e "bande" ( banden ). La guerra partigiana divampa negli anni successivi in tutta l'Europa occupata. Al di là delle retrovie del fronte orientale, si estende con particolare asprezza nei Balcani e nell'Alta Carniola, in Italia e in Croazia.
Nel 1943-44 questa guerra impegna soprattutto gli effettivi dell'esercito ( Heer ), in primo luogo reggimenti e divisioni della sicurezza ( Sicherungs-Divisionen ) appoggiate da unità di varia provenienza: distaccamenti della Feldgendarmerie e della Geheime Feldpolizei( Polizia segreta militare ), reparti combattenti reclutati in loco e così via. La Luftwaffe fornisce il suo appoggio per operazioni di vasta portata con anche il compito di distruggere gli aerei nemici che riforniscono le bande. Nelle zone costiere della penisola balcanica, la Kriegsmarine interviene, in caso di necessità, con i suoi mezzi leggeri.
Questa guerra coinvolge anche in larga misura la polizia e le SS: distaccamenti di polizia ( Sipo ) e del servizio di sicurezza ( SD ), reggimenti di polizia ( SS-polizei-regimenter ), reggimenti e battaglioni di volontari della polizia ( Polizei-Freiwilligen-Verbaende ), unità di polizia ausiliaria e di autodifesa ( Schutzmannschaft-Bataillonen, Selbstschutz ), ecc. Nei Balcani sono impiegati frequentemente anche reparti delle Waffen-SS. Queste ultime formazioni sono sotto l'autorità del Reichsfuehrer SS Heinrich Himmler, dal 1936 capo della polizia e dal 1943 Ministro degli Interni del Reich.



La guerra Antipartigiana non era solo affidata all'Esercito, le truppe di sicurezza (Sipo, SD), unità Feldgendarmerie e polizia, ma anche per le Waffen SS (Karstjäger, SS Polizei regiment), Luftwaffe, e le truppe costiere come la Kriegsmarine.

Inizialmente, il controllo generale delle forze Antipartigiane si schierò con l'esercito, ma nell'ottobre del 1942 il comando è stato consegnato alla Waffen SS. Nel giugno del 1943, la SS Obergruppenführer Generale der Polizei und von dem Bach-Zelewski è stato nominato capo del movimento della guerra antipartigiana. Nel febbraio 1944, gli alti capi della SS Polizei (H.SS.PF) sono stati collocati in ogni paese militare (fronte orientale, Italia e Balcani,) al fine di rappresentare l'autorità di Heinrich Himmler.

 

 

 

Il 30 gennaio 1944, Hitler istituì un distintivo per premiare chi si era particolarmente distinto nella guerra anti-partigiana divenuta una vera spina nel fianco delle truppe tedesche, organizzato in tre classi: bronzo, argento e oro.
I combattenti a terra dovevano accumulare 20 giorni di combattimento contro le bande per ottenere il distintivo di bronzo, 50 giorni per quello d'argento e 100 per in oro. Il personale della Luftwaffe doveva compiere rispettivamente 30, 75 e 150 operazioni di supporto nella guerra anti-partigiana per ottenere il Bandenkampfabzeichen. Caso unico concernente i distintivi e le decorazioni del Terzo Reich destinati anche agli appartenenti alla Wehrmacht, fu Himmler l'incaricato di stabilire le condizioni di attribuzione di questo distintivo e il suo Stato Maggiore personale di assicurare il servizio.

Fonte:http://terzoreichmilitariatedesca.blogspot.com

Sopra è Distintivo partigiano in bronzo, in argento sotto

La versione speciale del distintivo antipartigiana  era in oro con la spada brunito blu, fatta da Juncker Berlino.
Questa versione del distintivo è stato premiato da Heinrich Himmler il 15 febbraio 1945 alle unità Waffen SS per i risultati conseguiti in particolare l'impegno contro i partigiani nella zona costiera adriatica.
Questo tipo di distintivo è molto raro.

Il distintivo era composto da un teschio con ossa incrociate sormontate da una spada, con cinque teste dell'Idra (la cui coda è vista guizzante lungo la lama), una creatura greca mitologica simile ad un serpente. Il terrificante Idra che vive nel mare era  caratterizzato dal fatto che anche se una testa fosse stata mozzata , una nuova sarebbe cresciuta al suo posto - proprio come gli onnipresenti  gruppi partigiani. La spada ha un cerchio con una svastica ed è circondata da una corona di foglie di quercia. E 'stato fabbricato in zinco in due tipi principali : massiccio e semi vuoto o cavo. Varianti del tipo semi vuoto esistono con la spilla grande o sottile , con diverse forme di fermi-spilla e con o senza il profilo della testa dei serpenti.

 

Il distintivo veniva consegnato in una scatola verde scuro con coperchio superiore in velluto bordeaux e bianco satinato. Doveva essere indossato sul taschino in alto a sinistra, sotto la Croce di ferro di prima classe.

Insieme al distintivo veniva consegnato un documento (esistono diverse varianti), con le informazioni pertinenti scritte in ognuno dei documenti stessi.

Vale la pena notare che sono note alcune foto che mostrano questo distintivo indossato. Secondo i veterani, non era molto apprezzato dai soldati, poichè il suo uso e la presenza della nota nel Soldbuch poteva costare loro la vita alla fine della guerra, quando catturati.

Un anti-partigiano beneficiario del distintivo che è stato catturato  cammina lungo una strada da qualche parte in Italia, 1945

Heinrich Himmler era responsabile delle condizioni di attribuzione del distintivo. Per il personale combattente di terra era necessario accumulare 20 giorni di combattimento per la medaglia di bronzo, 50 giorni di combattimento per l'argento e 100 giorni per l'oro. Per il personale della Luftwaffe era richiesto rispettivamente 30, 75, e 150 voli operativi in ​​relazione a una azione anti-partigiana. Un operazione di volo a sostegno delle operazioni di anti-partigiane. Se l'aereo veniva abbattuto dai partigiani, la sortita era  considerata come tre. Esiste un tipo speciale, in oro con diamanti, prodotto da CE Juncker, ma non è mai stato assegnato. Heinrich Himmler si era riservato il diritto di conferire a se stesso il distintivo d'oro.

Classi

Caratteristiche

Prezzo in €

Oro

Zinco – Semi cavo

3.800

 

Zinco – Massiccio

5.000

Argento

Zinco – Semi cavo

2.400

 

Zinco – Massiccio

3.000

Bronzo

Zinco – Semi cavo

1.800

 

Zinco- Massiccio

2.000


Distintivo d'Assalto Generale(General Assault Badge)

General Assault Badge
General Assault Badge

Il generale von Brauchitsch aveva istituito il Distintivo D'assalto Generale il 1 ° gennaio 1940. Il distintivo, disegnato dallo studio di Ernst Peekhaus di Berlino, doveva essere assegnato a quei soldati tedeschi che avevano partecipato ad attacchi di fanteria, ma non erano parte di unità di fanteria e quindi non idonei il Distintivo di Fanteria d'Assalto (Distintivo Infantry Assault).

Produzione e informazioni tecniche

Il Distintivo D'assalto Generale consisteva in un disco ovale che misura 53 millimetri per 42 millimetri e spesso 6mm. Il disco ha i bordi rialzati e una zigrinatura sottile sullo sfondo, con corona di foglie di quercia in 5 parti su tutta la circonferenza. Questa corona di quercia inizia con due ghiande situate alla base del distintivo. Il manico della granata sporge insieme alla baionetta in modo da separare le prime due corone, mentre le ghiande riempiono le ultime due separazioni. La caratteristica centrale è costituito da un aquila Wehrmacht che stringe una svastica tra gli artigli. L'aquila sormonta una baionetta incrociata a una granata a bastone, che come detto sopra sporgevano sul disco ovale.

Il rovescio può essere pieno o cavo, con un perno concepito nella sua funzione di tenere il distintivo all'uniforme.

Come per la maggior parte dei distintivi la qualità di dettaglio del Distintivo D'assalto generale è per lo più standard, ma la qualità dei materiali non è stata sempre la stessa e di conseguenza alcuni dei distintivi hanno perso il loro rivestimento con il passare del tempo, dando un aspetto grigiastro.

Qui sotto un Distintivo d'Assalto Generale con il retro cavo  e la busta della collezione Mark Schroeder. Si noti che il rovescio della busta si legge "Il produttore è responsabile della qualità di questa decorazione ed è sotto il controllo del Prasidialkanzlei. Il produttore è obbligato a cambiare questo articolo se risultava difettoso"

Presentazione, uso, Documenti

Il premio è stato più volte presentato in pacchetti di carta comune, che varia nei colori, con il nome del premio stampato sulla parte esterna, o in un pacchetto di cellophane semplice.

Come per la maggior parte dei distintivi, il Distintivo D'assalto Generale veniva indossato sul taschino sinistro dell'uniforme. Il distintivo veniva consegnato con un documento che conteneva i dati del destinatario, ma nessuna menzione ufficiale delle gesta che aveva permesso l'aggiudicazione del premio.

Criteri di aggiudicazione

Il Distintivo D'assalto Generale è stato presentato agli ingegneri (i quali l'avevano originariamente progettato ), così come i membri delle artiglierie, anti-carro e unità antiaeree che si occupavano con la fanteria nella conduzione di un assalto. Erano altresì ammissibili il personale medico che curava in battaglia i feriti. Inoltre, il distintivo veniva aggiudicato per un azione solitaria per la distruzione di otto carri armati o veicoli corazzati finché l'istituzione (nel marzo del 1942) del distintivo speciale per la distruzione solitaria di un carro armato. Criteri specifici erano i seguenti,

 

  • Il destinatario non doveva avere diritto al Distintivo Infantry Assault.

    Di aver preso parte a tre assalti di fanteria armata in tre giorni diversi.

    Di aver preso parte a tre assalti indiretti di fanteria con blindati in tre giorni diversi.

    Di essere stato ferito durante le missioni del secondo o terzo criterio.

      Aver ottenuto una decorazione per aver soddisfatto il secondo e terzo requisito.
  •  

Distintivo D'assalto generale classe 25 e  50 

 

 

 

Mentre la guerra continuava, l'alto comando aveva riconosciuto la necessità di un grado superiore di questa decorazione che sarebbe stata concessa al crescente numero di veterani, e il 6 giugno 1943 furono istituiti quattro nuovi gradi. Il distintivo ora sarebbe stato concesso ai veterani in classe 25, 50, 75 e 100. I primi due sono rari, ma raggiungibili, il che significa che di tanto in tanto si possono trovare, mentre i due ultimi sono estremamenre rari.

Il distintivo di classe 25 e 50 erano simili nello stile, progettazione e costruzione. Essi sono costituiti da una corona ovale di foglie di quercia simile al distintivo non numerato, ma più grande, misura 58 millimetri da 48 millimetri con una larghezza di 7 mm. Alla base dell'ovale è presente un piccolo riquadro, che misura 10 millimetri per 8mm, con un'altro più piccolo  che  misura 8 millimetri per 6 mm all'interno di esso. In quello più piccolo c'è il numero arabo "25" o "50", a seconda naturalmente del grado. Il disegno centrale è stato annerito, mentre la corona è stata argentata.

Il motivo centrale è di nuovo l'aquila che stringe una svastica con gli artigli, al di sopra di una granata e di una baionetta incrociate. Questo design al centro ha una finitura nera ossidata, tenuta all'ovale per mezzo di quattro rivetti a sfera.

  Distintivo D'assalto Genarale classe 75, 100


Questi distintivi erano leggermente diversi da quelli descritti sopra. In questo caso, le corone di foglie di quercia hanno il bordo interno ed esterno dell'ovale che misura 56 millimetri per 49 millimetri e 7,5 millimetri di spessore. Il riquadro alla base dell'ovale misura 10 millimetri per 8 mm, ma quello interno misura 9 millimetri per 7 millimetri, una leggera differenza. All'interno ci sono i numeri "75" o "100", a seconda della classe.

Il disegno centrale è la nota aquila che stringe la svastica sopra la baionetta e la granata. In questo caso l'aquila è leggermente più grande, e la baionetta e la granata si incrociano con un angolo diverso. Il disegno centrale è stato annerito, mentre la corona è in questo caso dorata. L'aquila, la baionetta e la granata sono fissati sull' ovale tramite quattro rivetti.

I premi numerati avevano gli stessi criteri del distintivo unico, ed è stato presentato in ordine progressivo in quanto i veterani avevano acquisito maggiore esperienza. C'erano crediti retroattivi per il servizio in Russia accumulati come segue,

 

Otto mesi di servizio pari a 10 azioni.

 

Dodici mesi di servizio pari a 15 azioni.

 

Quindici mesi di servizio pari a 25 azioni.

Classe

Caratterisriche

Prezzo in €

 

Tombak/cavo – massiccio

280

 

Tombak - Cavo

160-200

 

Zinco – massiccio o cavo

120-190

Con il numero»25«

Zinco

1.250-1.500

Con il numero »50«

Zinco

1.600-1850

Con il numero »75«

Zinco

3.000-3.400

Con il numero »100«

Zinco

3.500-4.800


Distintivo combattimento di fanteria (Infantry Assault Badge)

Distintivo d'assalto della fanteria
Distintivo d'assalto della fanteria

Il Distintivo di Fanteria da combattimento , più comunemente indicato come il Distintivo D'assalto di fanteria, fu progettato da CE Junker di Berlino e fu istituito il 20 dicembre 1939 da Generaloberst von Brauchitsch. La classe iniziale è stata istituita in argento e decorava la fanteria a piedi che avevano partecipato ad una azione di combattimento guadagnandosi un grado di esperienza che li aveva qualificati per il distintivo.

Una classe a parte, in bronzo, fu istituita il 1 ° giugno 1940. La classe di bronzo aveva  criteri simili ai requisiti in argento. C'era, comunque, una notevole differenza, lo stato delle truppe, in bronzo significava truppe motorizzate Panzer, argento significava fanteria a piedi.

Il Distintivo di fanteria d'Assalto (Badge Infantry Assault) è composto da una corona ovale di foglie di quercia, costituito da quattro foglie su entrambi i lati dell'arco. Ogni foglia ha due ghiande di quercia, uno su ciascun lato della base della foglia. Centrato sul fondo del distintivo è un nastro legato intorno alla corona, con cinque sfere sollevate in posizione verticale al centro di questo nastro. La caratteristica del distintivo più distinguibile è il fucile K98 posizionato diagonalmente. Il calcio di questo fucile, posizionato sulla destra leggermente sotto alla corona. Si affaccia a sinistra, con la sua baionetta sporgente innestata attraverso l'ultimo delle quattro foglie di quercia. L'imbracatura del fucile forma un anello. Sopra la corona c'è l'emblema nazionale, un'aquila con le ali semiaperte che stringe una svastica nei suoi artigli. Il distintivo ha dettagli complessi  dall' l'aquila fino all'otturatore del fucile.

Il Distintivo di Fanteria d'Assalto (Badge Infantry Assault) misura 46 millimetri in tutto ed è leggermente convesso, con il rovescio sia pieno che cavo e potrebbe essere stampato o pressofuso. Il rovescio ha un perno verticale, con una cerniera che era attaccata alla parte posteriore del l'aquila, con un fermaglio a "C", che mantiene la spilla. Il sistema di attacco per la spilla varia, alcuni sono stati saldati, mentre altri avevano uno schema più elaborato in cui il perno si trova in una posizione incassato ai bordi delle quali sono serrati per tenere la cerniera sul posto.

Anche se la maggior parte dei Distintivi di Fanteria d'Assalto non sono marcate, i pezzi marcati con il produttore si trovano spesso. Di seguito è riportato un elenco di produttori che sono stati determinati per essere creatori originali di questo distintivo,

 

FZS Fritz Zimmerman und Sohne, Ludenscheid
BSW Gebruder Schweiger, Wien
S.H.u.Co. Sohni, Heubach & Co
WH Walter & Henlein
JFS Josef Feix Sohne Gablonz
Assmann und Sohne, Ludenscheid
C.W. Carl Wilde, Hamburg
R.S.S. Richard Simm & Sohne, Gablonz
R.S. Rudolf Souval, Wein
F.O. Freidrich Orth, Wein
WH Hermann Wernstein, Jena-Lobstadt
F.L.L. Friedrich Linden, Ludenscheid
C.E. Junker, Berlin
AS Adolf Schilze, Grunwald
H.A. Hermann Aurich, Dresden
GWL Gerbruder Weger, Ludenscheid

 

Il premio è stato disponibile anche in versione spilla in miniatura da indossare in abiti civili.

A causa del corposo numero dei produttori di questo distintivo, non è insolito trovare piccole differenze tra loro. I primi distintivi avevano impresso una placcatura pesante con applicata una corretta finitura. Quando sono entrate in vigore le nuove restrizioni sono stati usati metalli di qualità inferiore, tramite un "lavaggio" di argento o bronzoche non ci volle poi molto a svanire lasciando esposto il metallo grigio.



Entrambi Distintivi fanteria D'assalto sono stati assegnati come riconoscimento per l'azione di combattimento. Autorizzati dal comandante di reggimento, i premi del Distintivo di fanteria D'assalto sono stati aggiudicati sul campo e rilasciati insieme ad un documento di assegnazione. Questo documento del premio è stato di tipo standard e aveva incluso le informazioni sul destinatario, come la data, l'unità e il nome, ma come la maggior parte dei documenti del Terzo Reich non c'era alcuna menzione del merito che aveva guadagnato il distintivo. Lo stesso premio era contenuto in una busta di carta marrone con il nome del premio stampato su di essa. Come per la maggior parte distintivi di guerra, era indossato sul taschino sinistro. Non c'era alcuna disposizione per il Distintivo indossato sul cappotto grigio.

Criteri di aggiudicazione

  Il Distintivo Infantry Assault d'argento è stato assegnato a soldati, ufficiali, sottufficiali delle compagnie di fucilieri (non nelle divisioni di fanteria motorizzata) e le compagnie delle truppe di montagna. Come accennato in precedenza il 1 ° giugno 1940, il Distintivo Infantry Assault di bronzo è stato istituito per i reggimenti di fanteria motorizzata. I criteri di aggiudicazione erano i seguenti:

PREMIO IN ARGENTO:

Di aver preso parte a tre o più attacchi di fanteria.
Di aver preso parte a tre o più contro-attacchi di fanteria.
Di aver preso parte a tre o più operazioni di ricognizione armata.
Essere stati impegnati in combattimento corpo a corpo in una posizione d'assalto.
Di aver partecipato in tre giorni separati nella restituzione di posizioni di combattimento.

 

PREMIO DI BRONZO:

Di aver preso parte a tre o più attacchi di fanteria motorizzata.
Di aver preso parte a tre o più contrattacchi di fanteria motorizzata.
Di aver preso parte a tre o più operazioni di ricognizione armata motorizzata.
Di essere stato impegnato in combattimento corpo a corpo in posizioni assalto motorizzato.
Di aver partecipato in tre giorni separati, nella restituzione di una posizione di combattimento motorizzato.
Gli attacchi dovevano avvenire in giorni diversi, nel caso in cui hanno avuto luogo in un giorno solo un "credito" veniva guadagnato.

 

Classe

Caratteristiche

Prezzo in €

Argento

Tombak – massiccio

250

 

Tombak- cavo

160-180

 

Cink – massiccio / cavo

120-190

Bronzo

Tombak – massiccio / cavo

280

 

Tombak- cavo

180-200

 

Cink – solid / cavo

160-200


Distintivo d'assalto Panzer(Panzer Assualt Badge)

DISTINTIVO D'ASSALTO PANZER

 

Il Distintivo di combattimento con Carro Armato o Distintivo Panzeresisteva nell'esercito tedesco durante la prima guerra mondiale, ed è stato nuovamente emesso dopo la guerra civile spagnola. 

Il distintivo delle battaglie con i carri armati della Wehrmacht è stato introdotto il 20 dicembre 1939, per riconoscere i successi del personale Panzer che avevano preso parte ad assalti armati. È stato progettato da Ernst Peekhaus di Berlino, ed è stato istituito per ordine del Generaloberst von Brauchitsh. Il 6 giugno 1940, una classe separata del distintivo, in bronzo, è stato aggiunto al fine di riconoscere gli equipaggi dei mezzi corazzati diverse dai carri armati (fucili d'assalto, ecc.)

IN ARGENTO

IN BRONZO

Il distintivo panzer è costituito da un ovale con una corona composta da cinque singole foglie di quercia da una parte e quattro dall'altra (i cingoli del carro ne coprono uno). Alla base dell'ovale c'è una sorta di raccordo o fascetta, e sopra c'è l'aquila della Wehrmacht, che ha le ali aperte che stringe una svastica nei suoi artigli. Nel centro del distintivo c'è un carro armato che passa da sinistra a destra (dalla prospettiva di chi guarda). Come accennato in precedenza, il cingolo a sinistra del carro armato sovrasta una corona di foglie di quercia.

Il rovescio del distintivo ha tre varianti, il distintivo potrebbe essere cavo , piatto o semi-bombato. La variazione cava mostra l'impronta del rovescio, mentre piatto è massiccio (nella foto qui sotto). La versione semi-bombato ha un leggero rientro che mostra parte del contorno del carro armato. Il distintivo era attaccato alla divisa tramite un gancio , che è posto sul retro  e ha avuto un paio di varianti. C'era la saldatura convenzionale di una piccola barretta rettangolare (nella foto), così come il tipo più raro in cui è stato inserito un perno a forma di sfera nel corpo del distintivo.

Il distintivo è stato costruito con un grande dettaglio, ma mentre i primi tipi erano d'argento / bronzo placcato le versioni successive hanno solo un lavaggio d'argento su zinco, e quindi la finitura tende a svanire.

Il distintivo veniva consegnato in un sacchetto di carta con il nome del premio stampato sulla parte esterna, ma non era raro ricevere il premio dall'ufficiale che  direttamente attaccava sull'uniforme il premio. Il documento del premio che veniva consegnato insieme con esso era il tipo comune che aveva le indicazioni del destinatario (grado, nome) e la firma di un ufficiale. Come per la maggior parte dei Distintivi di guerra, il Distintivo Panzer è stato portato sulla tasca sinistra dell'uniforme.

I criteri di aggiudicazione erano i seguente:

Di aver preso parte a tre assalti armati in tre giorni diversi.
Di essere stato ferito nel corso di un assalto.
Ad aver ottenuto una decorazione per il coraggio nel corso di un assalto.


Come accennato in precedenza, la classe d'Argento era assegnato ai comandanti dei carri armati, artiglieria o operatori radio mentre la classe di bronzo era per i reggimenti dei Panzer Grenadier, gli equipaggi dei carri armati d'assalto, le unità di ricognizione blindati e per il personale medico che venivano mandati in battaglia nei veicoli blindati. Il premio veniva autorizzato tramite il comandante della Divisione Panzer.

 

Il Distintivo Carro Armato 25, 50, 75, 100

Mentre la guerra continuava era emerso che il singolo Distintivo Panzer non era più sufficiente a riconoscere il crescente numero di veterani con anni di esperienza, e nel giugno del 1943 quattro nuove classi del premio sono stati introdotti per 25, 50, 75 e 100 scontri. Questi nuovi distintivi consistevano in un premio che era simile al Distintivo Panzer non numerato, ma con un piccolo riquadro che mostra il numero arabo della classe alla base della corona. Il distintivo è stato leggermente più grande per il tipo 25 e 50, e la 75 e 100 ancora più grandi. La corona, nel caso del 25 e 50 era argentata, mentre nella classe 75 e 100 era dorata. Il centro del distintivo (il carro armato) è stato realizzato con un suggestivo oscuramento chimico nel caso della classe 25 e 50, mentre nella classe 75 e 100 il carro armato era argentato. Il rovescio ha diverse varianti, e potrebbe avere un perno sottile o largo. I Distintivi Panzer numerato sono stati tutti realizzati con una qualità eccezionale ed erano di tutto rispetto tra le truppe.

Produttori conosciuti:

 

  • A. S. - Adolf Scholze
  • Assmann
  • 1942 AWS - Arno Wallpach
  • B. H. Mayer
  • EWE - maker unknown
  • FLL43 - Friedrich Linden
  • FO - Friedrich Orth
  • Frank & Reif Stuttgart
  • Francke & Co.
  • Gebrüder Wegerhoff - GWL
  • HA - Hermann Aurich
  • Hymmen
  • JFS
  • Juncker - "PorschePAB"
  • KWM - Karl Wurster
  • RK - Rudolf Karneth
  • RRS - Rudolf Richter Schlag
  • RS - Rudolf Souval
  • Steinhauer & Lück
  • Wilhelm Hobacher
  • ÜÜ - E. Ferdinand Wiedmann
  • unknown makers

 

Classe

Caratteristiche

Prezzo in €

Bronzo o argento

Tombak – massiccio

350

 

Tombak- cavo

250-300

 

Zink – massiccio o cavo

120-190

con numero »25«

Zinco

1.250-1.500

con numero »50«

Zinco

1.600-1850

con numero »75«

Zinco

2.800-3.400

con numero »100«

Zinco

3.800-4.800

 


DISTINTIVO PER FERITI (Wound Badge )

Il Distintivo per feriti (in tedesco: Verwundetenabzeichen) fu un distintivo di benemerenza della Germania durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.

Indice

  • 1 Storia
  • 2 Gradi
  • 3 L'automaticità della Croce di Ferro
  • 4 Distintivo per feriti del 20 luglio 1944
  • 5 Bibliografia

Storia 

Il Distintivo per feriti venne creato in Germania nel corso della Prima Guerra Mondiale per premiare quanti, al termine del conflitto, avessero riportato delle ferite in guerra, ed assegnato quindi poi anche dal Reichswehr nel periodo tra le due guerre, prima dell'avvento del nazismo.

Dopo la presa di potere di Hitler in Germania, la decorazione venne mantenuta anche nel Terzo Reich con l'ovvia apposizione dei simboli nazisti ed una riforma dei caratteri di concessione. A partire dal 1943, a causa dell'aumento del numero dei bombardamenti americani in territorio tedesco, la decorazione venne estesa anche ai civili che eroicamente fossero rimasti feriti in tali occasioni. In definitiva il distintivo per feriti divenne la decorazione più comune di tutto il Terzo Reich ma anche una delle più onorabili dal momento che gli insigniti venivano ritenuti "coloro che hanno versato il sangue per la patria".

Gradi

La medaglia disponeva di tre versioni corrisponenti a tre materiali differenti e con precisi canoni di concessione:

  • Distintivo di ferro (o nero): per una o due ferite (inclusi i raid aerei).
  • Distintivo d'argento: per tre o quattro ferite, o per la perdita di una mano, di un piede o di un occhio durante le azioni belliche, per parziale perdita dell'udito, per sfiguramenti facciali o danni cerebrali.
  • Distintivo in oro: per cinque o più ferite, o per la perdita totale della vista o per gravi danni cerebrali o per mutilazioni gravi. Poteva essere concesso anche postumo.

Tutte le versioni del distintivo venivano portate sulla parte sinistra dell'uniforme o del vestito. Durante la seconda guerra mondiale è calcolato che in totale siano state concesse circa 5.000.000 di queste decorazioni. Dal 1957 venne concesso a quanti ne avessero avuto diritto di continuare ad indossare la decorazione purché venisse eliminata la svastica. Le medaglie vennero create dalla zecca di Vienna, a firma degli incisori Klein & Quenzer.

Nastri
Distintivo di ferro Distintivo d'argento Distintivo d'oro

L'automaticità della Croce di Ferro

Il 1 giugno 1940 Hitler decretò che ciascun insignito del Distintivo per feriti d'oro o d'argento ricevesse automaticamente la Croce di Ferro di II classe. Questa era unicamente un rafforzativo per il sacrificio dato alla patria in quanto molto spesso i militari che avevano già ricevuto la Croce di Ferro di I classe, semplicamente si fregiavano di riportare quella piuttosto che la II classe abbinata al distintivo.

Distintivo per feriti del 20 luglio 1944

Una classe speciale del distintivo per feriti venne creata per commemorare il 20 luglio 1944, giorno in cui ebbe luogo l'attentato che tentò di assassinare Hitler a Rastenburg. Ventiquattro ufficiali che erano presenti alla cerimonia a cui stava presenziando il Furer quando scoppiò la bomba che lo lasciò miracolosamente illeso vennero decorati con questo speciale distintivo. Un ufficiale venne ucciso e altri vennero ricoverati per le ferite riportate.

Nell'ottica di Hitler lo scampato attentato era un segno ineffabile della sua predestinazione all'immortalità e come tale egli volle celebrare questo momento con l'istituzione di una specifica decorazione: essa era composta da un distintivo in tutto e per tutto simile alla versione classica ma con un elmo leggermente più grande, sotto il quale stava la scritta "20 JULI 1944" e la firma in corsivo di Hitler come segno di benemerenza personale.

Il 2 settembre 1944 Hitler conferì personalmente questa onorificenza ai sopravvissuti all'attentato e anche se Hitler stesso venne ferito durante l'attentato, egli preferì non concedersi questa onorificenza e mantenne il proprio distintivo per feriti di ferro ottenuto durante la Prima Guerra Mondiale.

 

Fonte: wikipedia

Destinatari nel  20 Luglio 1944" Distintivo per Ferite sono:

ferito leggero:

 

General der Flieger Günther Korten (Chef des Generalstabs der Luftwaffe),
Oberst im Generalstab (i.G.) Heinz Brand,
Stenograph Berger
General der Flieger Karl Bodenschatz,
Generalleutnant Rudolf Schmundt (Chefadjutant des Heeres und Chef des Heeres-Personalamtes),
Generalmajor Walther Scherff (Beauftragter für Geschichtsschreibung im Oberkommando der Wehrmacht),
Oberstleutnant im Generalstab (i.G.) Borgman (Adjutant der Wehrmacht),

 

Ferito pesante:

 

 

General der Infanterie Walther Buhle (Chef des Generalstabs beim Oberkommando der Wehrmacht),
Generalleutnant Adolf Heusinger (Vertreter des Chefs des Generalstabs des Heeres),
Konteradmiral Jesko von Puttkamer (Marine-Adjutant des Obersten Befehlshabers der Wehrmacht),
Kapitän zur See Heinz Assmann (Oberkommando der Wehrmacht, Wehrmacht-Führungsstab),
Oberst Nicolaus von Below (Adjutant der Luftwaffe),
Major Herbert Büchs,
SS-Gruppenführer und Generalleutnant der Waffen-SS Herman Fegelein (Persönlicher Stab des
Reichsführer-SS),
SS-Hauptsturmführer Otto Günsche,
Stenograph (?) Hagen,
Botschafter Hewel,
Obersleutnant von John,
Generaloberst Alfred Jodl (Chef Wehrmacht-Führungsamt und Führungsstab der Wehrmacht),
Generalfeldmarschall Wilhelm Keitel (Chef des Oberkommandos der Wehrmacht),
von Sonnleithner,
Konteradmiral Hans-Erich Voss (Ständiger Vertreter des Oberbefehlshabers der Kriegsmarine im "Führer-
Hauptquartier"),
General der Artillerie Walther Warlimont (Chef des Wehrmachts-Führungsstabes im Oberkommando der
Wehrmacht),
Oberstleutnant im Generalstab (i.G.) Weizenegger.



 

nero (in rappresentanza del ferro), per i feriti una o due volte per azione ostile (tra cui i raid aerei), o a causa del morso del gelo nella linea del dovere;

argento per essere stato ferito tre o quattro volte, la sofferenza o la perdita di un piedemano o gli occhi nelle azioni ostili (anche la perdita parziale dell'udito), deturpazione del viso o danni cerebrali attraverso azioni ostili;

oro (che potrebbe essere conferito alla memoria) feriti per cinque o più volte , cecità totale, "perdita della virilità", o grave danno cerebrale attraverso azioni ostili.

Classe

Caratteristiche

Prezzo in €

     

Oro

Tombak

180-220

 

Zinco

120-160

Argento

Tombak

60-70

 

Zinco

40-60

Nero

Ferro

25-35

20.luglio-Oro

Dorato argento

25.000-35.000

20.luglio-Argento

argento

20.000-30.000

20.luglio-Nero

Blu argento

18.000-22.000


CLOSE COMBAT CLASP

La Close Combat Clasp ( tedesco : Nahkampfspange) è un premio militare tedesco istituito il 25 novembre 1942 per il combattimento nel corpo a corpo a distanza ravvicinata. La Close Combat Clasp è stato portato al di sopra della tasca superiore sinistra della divisa. La chiusura era pressofuso e in entrambi in tombac o poi in zinco , con un centro leggermente curvo che ha l'emblema nazionale che sormonta una baionetta che incrocia una  bomba a mano .

Il premio è stato conferito in tre classi.

  • Per 15 giorni  di combattimento ravvicinato di Classe bronzo .
  • Per 30 giorni  di combattimento chiudere una classe d'argento.
  • Per 50 giorni  di combattimento ravvicinato di Classe Oro.

 

 

L'aggiudicazione del distintivo veniva fatta dalla Compagnia, dal Battaglione o  comandante del reggimento (o equivalente). Il 26 marzo 1944, Adolf Hitler si riservava il diritto di presentare personalmente la barra in corpo a corpo in oro come "la più alta decorazione di fanteria". Il 30 agosto 1944, i destinatari della classe d'oro si aggiudicavano automaticamente anche la croce tedesca in oro e fu permesso di trascorrere 21 giorni a casa.

 

La decorazione Close Combat (combattimento corpo a corpo) doveva essere indossato 1 centimetro al di sopra del ribbon bar ( nastro di decorazioni). Quando veniva aggiudicato più di un grado allo stesso individuo, veniva indossato solo il grado più alto (anche se il destinatario manteneva tutti i gradi in suo possesso).

 

Un documento del premio veniva consegnato al soldato (esistono diversi tipi, a seconda dell'unità), e c'era una voce nel suo Soldbuch con un elenco dettagliato dei suoi giorni di combattimento (unità, data, luogo).

La barra di combattimento corpo a corpo veniva presentato in una scatola di cartone o in celluloide.

 

Heinrich Himmler consegna Close Combat in oro a Unteroffizier Heinz Rudolph, Unteroffizier Kray, Unteroffizier Schaub Adam und Georg Obergefreiter Felsner (da sinistra a destra)

Una deroga veniva concessa se il soldato veniva ferito in battaglia così gravemente  che le sue ferite precludevano un ritorno al fronte. In tal caso i criteri sono stati ridotti a giorni 10, 20 e 40. Il più alto numero di giorni in combattimento registrato è arrivato a 84 dalla SS-Hauptscharführer Hermann Maringgele

 

 

Il distintivo veniva aggiudicato in base al numero di giorni di combattimento come segue:

 

Classe di bronzo per 15 giorni di combattimento

Classe d'argento per 30 giorni di combattimento

Classe Oro per 50 giorni di combattimento

 

Criteri per un giorno combattimento erano le seguenti:

 

Tutti i giorni di combattimento in cui il soldato aveva l'opportunità di essere abbastanza vicino a "vedere il bianco degli occhi del nemico", usando armi da mischia per assalire il nemico da uomo a uomo e per essere vittoriosi.

 

Giorni in cui il soldato faceva parte di un attacco o di un assalto, ricognizione d'attacco, la difesa di una posizione.

 

Tali azioni potevano avere luogo in prima linea o nelle retrovie (contro i partigiani).

 

I giorni di combattimento iniziali sono stati definiti tenendo in conto il tempo ininterrotto di impegno sul fronte orientale dal 22 giugno del 1941, o in Africa dal 26 marzo del 1943:

 

15 mesi = 15 giorni di combattimento

 

12 mesi = 10 giorni di combattimento

 

8 mesi = 5 giorni di combattimento

 

Questa decorazione veniva assegnata anche postuma, nel qual caso, sia la decorazione che il certificato venivano consegnate al parente più prossimo. Il comandante di Divisione poteva anche autorizzare l'attribuzione ad un soldato ferito che, a causa di invalidità permanente, non avrebbe avuto più la possibilità di completare i giorni minimi, a condizione che avesse completato le seguenti condizioni:

 

Classe di Bronzo  - 10 giorni minimo

 

Classe d'Argento - 20 giorni minimo

 

Classe d'Oro - 40 giorni minimo

 

Il Close Combat Bar è stato anche assegnato ai membri della Luftwaffe, anche se in seguito venne sostituito dal Luftwaffe Close Combat Bar (Poco si sa di questo distintivo, e non esistono foto del suo impiego).

 

La fibbia d'oro Close Combat è stato spesso considerato di maggior considerazione rispetto alla Croce di cavaliere della Croce di Ferro dalla fanteria tedesca. Dei circa 18 - 20 milioni di soldati tedeschi della Wehrmacht e delle Waffen-SS 36.400 avevano ricevuto la classe di bronzo , 9.500 la classe d'Argento e 631 la classe d'oro. 

 

Un capitano della Wehrmacht nel 1943, con la Close Combat e Croce di Cavaliere della Croce di Ferro

Nel 1944 una versione per l'aviazione tedesca fu realizzata per prendere nota del numero crescente di personale delle forze aeree e paracadutisti che avevano partecipato ad un combattimento diretto. 

 

Progettazione


La decorazione è stata progettata dall'artista militare Wilhelm Ernst Peekhaus. Generalmente sul retro a sinistra di tutti i distintivi le Close Combat Bar si trova la dicitura "FEC" dal latino "Fecit" (prodotto da) seguito da "W.E. Peekhaus" (il nome dell'artista) e Berlino. Sul lato destro il logo del produttore o il nome. Il distintivo è stato pressofuso e fatto principalmente di zinco e a seconda del produttore la chiusura è diritta o leggermente ricurva. Il disegno mostra un motivo centrale costituito dall'emblema nazionale che sormonta una baionetta incrociata e una bomba a mano. Il pezzo centrale è indipendente e sostenuto con una sottile sezione piatta e quadrata in acciaio crimpato posto sul retro. Il distintivo è stato laccato con una composizione chiamata "Brennlack", che era una polvere di metallo. Quando il forno riscaldava la vernice veniva bruciata, lasciando un rivestimento di tipo metallico che si sfaldava con il tempo. I perni sono normalmente più ampio nel centro, assottigliandosi alle estremità. La lunghezza del Close Combat Bar varia tra 95 e 97 millimetri. Il peso è tra i 24 e i 37 grammi a seconda del metallo utilizzato.  

 

 Produttori noti:

 

  • Juncker of Berlin (particolarità, la piastra posteriore non è magnetica)
  • Gebrüder Wegerhoff of Lüdenscheid (GWL)
  • Josef Feix & Sohn of Gablonz (JFS)
  • Funcke & Brunninghaus of Lüdenscheid (F&BL)
  • Friedrich Linden of Lüdenscheid (FLL)
  • Rudolf Souval of Wien (RS)
  • ArbeitGemeinschaft Metal und Kunstoff of Gablonz (AGMuK)
  • Hymen & Co of Lüdenscheid (H&CL L/53)

 

Classe

Caratteristiche

Prezzo in €

Oro

Tombak, 1. modello

10.000

 

Tombak, 2. modello

10.000

 

Zinco

800-1200

Argento

Tombak

900

 

Zinco

450-650

bronzo

Tombak

500+

 

Zink

300-400

 

Questo articolo non è completo senza una menzione della barra in oro. Secondo il libro di Manfred Dörr su questo tema, circa 600 barre d'oro sono state assegnate. Le barre erano a tutti gli effetti dello stesso design rispetto alle altre classi, ma esiste un distintivo speciale fuoco dorato. Questa medaglia è stata presentata nel corso di una cerimonia ufficiale, direttamente da Hitler poi da Himmler e Guderian.

DISTINTIVO PER LA DISTRUZIONE DEL CARRO ARMATO ( TANK DESTRUCTION BADGE)

Il Distintivo per la distruzione del Carro Armato in argento è stato istituito da Hitler il 9 marzo 1942 per onorare le persone che avevano distrutto un carro armato nemico per mezzo dei soli esplosivi a mano. Questo premio è stato reso retroattivo all'inizio dell'invasione dell'Unione Sovietica (22 giugno 1941).

 

Quando numerosi individui avevano guadagnato il distintivo,fu necessario istituire una classe superiore. Quindi il 18 dicembre 1943 fu istituita una classe in oro per premiare la distruzione di cinque carri armati per mezzo delle sole mani.

 

Il distintivo è costituito da un carro armato Panzer Mk IV annerito di 43 millimetri x 18mm attaccato ad un nastro d'argento di 33 millimetri x 88 millimetri. Il carro armato è attaccato al nastro da tre punte piegate su una piccola piastra di metallo oblunga, e coperto con cotone nero. Il nastro d'argento comprende due strisce nere di 4 millimetri che scorrono orizzontalmente a due millimetri dai bordi superiore e inferiore del nastro.

All'atto della presentazione, il distintivo veniva appuntato sulla manica destra del destinatario, durante una cerimonia e poi cucito sull'uniforme da parte dell'individuo.

 

Quando venivano concessi i premi successivi allo stesso individuo, venivano posti direttamente al di sotto del primo fino a quattro attaccati insieme.

Quando veniva concesso un quinto distintivo, i quattro venivano tolti e sostituiti con un unico distintivo d'oro. Al sesto distintivo, un di classe d'argento veniva attaccato al di sotto della classe d'oro. Il processo si ripeteva fino a quando un decimo distintivo veniva assegnato, quindi i distintivi d'argento venivano sostituiti da un secondo distintivo d'oro. Ancora, il processo continuava fino a quando il quindicesimo premio quindi il ventesimo, e così via.

 

Il maggior numero di premi assegnati a un solo uomo sono stati 21, e furono assegnati a Oberstleutnant Gunter Viezenz (nella foto a sinistra).


DISTINTIVO DI OSSERVATORE DI DIRIGIBILI (BALLOON OBSERVER BADGE)

Distintivo di osservatore dai Dirigibili della Heer è stato istituito l'8 luglio 1944, per riconoscere il servizio di ufficiali e di uomini che si erano messi in grande pericolo facendo gli osservatori dai dirigibili. Rimanendo sospeso in aria 300-500 metri da terra con un pallone riempito di gas, gli osservatori erano facili bersagli per i piloti alleati. L'uso del dirigibile si era ridotto notevolmente con il procedere della guerra e la Luftwaffe prese la superiorità aerea.

Un equipaggio di un dirigibile in azione
Un equipaggio di un dirigibile in azione

Il distintivo è costituito da una corona di foglie di quercia e ghiande sormontate dallo stemma nazionale. Al centro un dirigibile d'osservazione fluttuante con un angolo di 45°. La parte anteriore del dirigibile si estende fino al bordo più esterno destro della corona. Esempi originali sono pressofusi.

DISTINTIVO DA TIRATORE SCELTO O CECCHINO ( SNIPER BADGE)

Prima che il distintivo da tiratore scelto o cecchino venne introdotto, l'unità di cecchini venivano premiati con la croce di ferro. Il conflitto in corso a est con la sua minaccia di cecchini sovietici ha reso necessaria la creazione di un distitnivo per distinguere visivamente i contro-cecchini di successo e qualificati nelle loro unità.

Il 20 agosto 1944, circa un anno dopo che aveva avuto inizio la prima discussione sull'introduzione del premio e poi essere sospeso, il Führer aveva istituito il distintivo di cecchino speciale (Scharfschuetzen-Abzeichen) per l'Esercito e la SS-Verfuegungstruppe (divenuto poi il Waffen-SS). Il distintivo voleva onorare il tiratore con il fucile, il suo successo nella mira e allo stesso tempo essere una motivazione per dimostrare prestazioni superiori in futuro.

Il distintivo è costituito da uno scudo ovale in tessuto grigio che misura solitamente ca. 70 mm di altezza e 55 mm di larghezza. Lo scudo ovale ha un ampio bordo verde circostante di 2 millimetri. Situato nel centro è una testa di aquila nera che guarda a destra con delle cuciture bianche sul suo corpo.

 

L'occhio e il becco chiuso sono cuciti in arancione / marrone. La metà inferiore del distintivo mostra delle grandi foglie di quercia che toccanno i bordi sinistro e destro vicino al centro del distintivo. Sotto a sinistra delle foglie di quercia c'è una piccola quercia e di fronte un altra foglia di quercia più piccola. Le fibre / venature delle foglie sono di colore verde.

REGOLAMENTI:

 

1. Il distitnivo da cecchino doveva essere rilasciato da un superiore avente l'autorità almeno di comandante di Reggimento, su richiesta scritta del capo unità, per cecchini designati e addestrati. Il destinatario del premio doveva ricevere anche un certificato del premio e il premio stesso veniva inserito nei suoi documenti personali.

 

2. Il distitnivo era diviso in 3 gradi e doveva essere portato sulla manica inferiore destra. Nel caso in cui un soldato indossava già distintivi di uno specialista o ricevevano un altro distintivo di cecchino lo stesso doveva essere indossato sotto l'altro distintivo da cecchino.

 

3. Furono assegnati:

- I grado - per un minimo di 20 uccisioni nemiche, a partire dal 1 settembre, 1944 (senza distintivo di una specifica circostanza)

- II Grado - per un minimo di 40 uccisioni nemiche, a partire dal 1 settembre, 1944 (distintivo con cordone d'argento)

- III Grado - per un minimo di 60 uccisioni nemiche, a partire dal 1 settembre, 1944 (distintivo con corda d'oro)

 

4. Per ogni nemico ucciso,doveva esistere un rapporto e la conferma di almeno un testimone. L'unità emetteva l'elenco dei cecchini basandosi su tali relazioni. Un estratto di questa lista veniva trasmessa alla nuova unità, insieme ad altri documenti personali in caso di trasferimento. Un conferimento retroattivo (prima del 1 settembre 1944,) non era consentito, al fine di evitare formalità inutili. E 'stato suggerito di onorare i successi precedenti mediante la concessione di croci di ferro.

 

Intorno a dicembre 1944 / gennaio 1945 la normativa venne modificata: ora in poi, in seguito alla volontà di Adolf Hitler, tutti i soldati impegnati in combattimento al suolo, erano qualificati per l'assegnazione del distintivo da cecchino. Ciò ha incluso la Luftwaffe e Kriegsmarine.

AGGIUDICAZIONE, USO E DOCUMENTI:

 

Secondo la normativa di aggiudicazione i certificati dovevano essere organizzati dalle unità di aggiudicazione per conto proprio. Verso la fine della guerra, questo ha portato a rilasciare semplici certificati scritti a macchina recanti solo la dicitura ufficiale, il timbro dell'unità emittente e la firma del comandante dell'unità.

 

Il distintivo veniva indossato sulla manica in basso a destra dell'uniforme, sopra i polsini. Dopo che tutti i cecchini tedeschi catturati dai sovietici sono stati giustiziati ,l'Oberkommando ordinò che prima di diventare prigioniero di guerra si doveva rimuovere e nascondere il distintivo.

A causa del fatto che il distintivo venne rilasciato alla fine della guerra, ad un numero limitato di personale, che non è stato prodotto dalle aziende rinomate di distintivi e che era di solito distrutto o gettato prima di essere catturati o dopo il maggio 1945, il distintivo stesso è considerato da molti collezionisti come estremamente raro ed essendo prodotto in versioni diverse,rendono acclamato dalla critica il fatto che esistano molti falsi.

DISTINTIVO DI AUTISTA ( DRIVER BADGE)

Questo distintivo ha le sue radici negli sviluppi drastiche che la guarra motorizzata fu sottoposta negli anni precedenti alla seconda guerra mondiale e il fatto che le forze ad alta mobilità furono diventate di vitale importanza strategica per il successo della Wehrmacht (e di tutti gli eserciti coinvolti nella guerra). Il distintivo è stato creato per riconoscere gli autisti civili e militari che si sono distinti durante il combattimento e che si presero cura eccezionale nel mantenere i loro veicoli nelle più dure condizioni. Il "Kraftfahrbewährungsabzeichen" fu istituito in tre gradi (Bronzo, Argento, Oro) il 23 ottobre 1942 ed è stato fatto retroattivo dal 12/01/1940.

PRODUZIONE ED INFORMAZIONI TECNICHE

 

Il design del distintivo è stato creato da un soldato semplice della Waffen-SS , ed è piuttosto insolito per una decorazione del Terzo Reich in quanto non vi si trova nessuna svastica. La progettazione del distintivo è semplice e consiste soltanto in un volante con foglie di alloro. veniva presentata apposto su di un pezzo di stoffa, rotonda o anche a forma di diamante, di colore di base dell' uniforme (nero, verde, blu, ecc.) Il distintivo è sempre stampato cavo ed è prodotto sia in ferro sia in zinco (alla fine della guerra sono stati realizzati in zinco). Dopo che è stato stampato, veniva applicata la corretta finitura.

Il distintivo veniva indossato nel mezzo della manica inferiore del braccio sinistro dell'uniforme. Ogni volta che c'era una cosiddetta distinzione d'autista (Armeltätigkeitsabzeichen) doveva essere indossato 2 cm sopra questa distinzione.

Qui sopra è evidenziata la corretta posizione del distintivo
Qui sopra è evidenziata la corretta posizione del distintivo

Un documento accompagnava il distintivo e questi possono variare da prestampati a esempi molto belli. Una nota del premio veniva inserita nei documenti personali come Wehrpass e Soldbuch.

Documento ufficiale per il grado d'argento.
Documento ufficiale per il grado d'argento.
Documento per il Distintivo di autista in bronzo.
Documento per il Distintivo di autista in bronzo.
Note sul  Soldbuch per il distintivo di autista in bronzo e argento.
Note sul Soldbuch per il distintivo di autista in bronzo e argento.

CRITERI DI AGGIUDICAZIONE

 

Nel caso di un premio come il distintivo militare veniva rilasciato dall'Ufficio unità di comando, per i civili il distintivo veniva autorizzato dal Ministero degli Interni.

 

Le aree di servizio se strettamente descritti per l'assegnazione di questo distintivo erano i seguenti,

 

1. Servizio dal 12/01/1940 nei seguenti territori:

 

Occupazione Jugoslavia, Grecia, Bulgaria, Romania

Le aree a nord del vecchio confine russo (prima dell'annessione dai paesi baltici all'URSS).

Finlandia, Norvegia (a nord del circolo polare o in Lapponia)

Africa

 

2. Merito nei settori di cui sopra, in condizioni difficili, e questi sono ulteriormente specificati come segue:

 

Motocicletta spedizioniere: 90 giorni di servizio

Autista di veicoli armati: 120 giorni di servizio

Autista di veicoli diversi: 150 giorni di servizio (in particolare vicino alle forze combattenti, come gli autisti del personale)

Autista dei veicoli di fornitura: 165 giorni di servizio

Autista collegati alle unità di commando diverse della Wehrmacht: 185 giorni di servizio

 

 

I seguenti candidati sono risultati idonei per il distintivo:

 

Autista assegnato alla Wehrmacht (ogni ramo)

Autista (non personale della Wehrmacht) che hanno fornito assistenza per la Wehrmacht.

 

Volontari stranieri potrebbero aver assegnati il distintivo, ma le truppe alleate erano escluse. Riconoscimenti postumi non erano consentiti.

 

Con la data del 03/09/1944 l'Oberkommando des Heeres aveva aggiunto altre aree operative per i criteri di aggiudicazione nel modo seguente,

 

Dal 06/01/1943: Sicilia

Dal 07/01/1943: Sardegna e Corsica

Dal 08/01/1943: Mezza isola d'Elba

Da 1943/09/09: Albania

Un altro ampliamento delle aree operative è stata fatta dal des Oberkommando Heeres nel 16/05/1944:

 

Dal 02/01/1944: la zona dal Heeresgruppe Nord in Estonia, Lettonia, Lituania;

 

L'ultima espansione è stata resa pubblica il 23/09/1944, ancora una volta dal ODH

 

Dal 01/06/1944: tutte le aree di tutti i fronti, come approvato dal Heeresgruppen Befehl

 

Eccezioni possono essere state fatte per il tempo di servizio richiesto e la natura del servizio reso degno di nota o in terreni e condizioni climatiche estremamente difficili . Una volta che una persona era qualificata per il distintivo avrebbe dovuto mantenere il livello di prestazioni, qualsiasi negligenza alla guida del veicolo comportava il ritiro del premio.