Schieramenti e armamenti nella prima guerra mondiale

Indice

[nascondi]

Le forze in campo nel 1914[modifica]

La situazione militare di alcuni dei principali eserciti che stavano per entrare in guerra era la seguente:

Esercito imperiale tedesco[modifica]

Ogni tedesco in grado di maneggiare un'arma era sottoposto al servizio militare dall'età di 17 anni fino ai 45. Il servizio effettivo iniziava a 20 anni e durava due o tre anni secondo l'arma, poi proseguiva nella riserva per quattro o cinque anni, poi fino a 39 anni nella Landwehr. Dopo i 39 si passava alla Landsturm (adibita quest'ultima ai servizi territoriali e di occupazione) fino a 45 anni. Gli effettivi dell'esercito imperiale alla vigilia dell'entrata in guerra erano di:

  • 870.000 uomini e 157.816 cavalli, in servizio,
  • 1.180.000 nella riserva,
  • 1.970.000 uomini nella landwehr,
  • 875.000 uomini nella landsturm.

questi erano o sarebbero stati inquadrati da li a poco (fatta eccezione per la cavalleria, i cui reggimenti e squadroni, come in quasi tutti gli eserciti seri dell'epoca, erano a organico di guerra fin dal tempo di pace) in:

  • 217 reggimenti di fanteria
  • 18 battaglioni di cacciatori
  • 1 reggimento prussiano della guardia del kaiser il cui comandante era lo stesso imperatore Guglielmo II
  • 6 reggimenti prussiani di corazzieri
  • 1 reggimento sassone di carabinieri ciclisti
  • 26 reggimenti di ulani
  • 28 di dragoni
  • 21 di ussari
  • 13 reggimenti prussiani di cacciatori a cavallo
  • 8 reggimenti bavaresi di cavalleggeri
  • 100 reggimenti di artiglieria da campagna
  • 24 reggimenti di artiglieria a piedi
  • 35 battaglioni di pionieri
  • 25 battaglioni del treno
  • unità di comunicazione (nell'agosto 1914 il comandante di una compagnia di fanteria o di batteria di artiglieria era munito di telefono per comunicare con i comandi equivalenti e superiori) che comprendevano:
    • ferrovieri, telegrafisti, telefonisti, aerostieri, aviatori, automobilisti ecc.
    • truppe indigene

La strategia germanica è basata sull'offensiva, il movimento ed un appoggio intensivo della fanteria con le mitragliatrici (6 armi per compagnia di fanteria). alla stessa epoca in Italia (un comando di battaglione di fanteria permanente ne aveva in forza 2).

Esercito francese[modifica]

L'esercito della Repubblica francese mobilitato ad organico di guerra comprendeva:

  • 800.000 uomini nel ruolo permanente.
  • 2.900.000 della riserva territoriale.

Questi erano ripartiti in:

  • 220 reggimenti di fanteria
  • 30 reggimenti di cavalleria
  • 80 reggimenti di artiglieria
  • 27 squadriglie di aviatori

L'artiglieria da campagna francese era armata con quanto di meglio esisteva all'epoca (cannoni da 75 mm come negli altri eserciti, ma il 75 francese poteva sparare un colpo ogni 4 secondi). Se i tedeschi erano forti nel volume di fuoco leggero, grazie alla diffusione della mitragliatice a livello compagnia, e veloci nelle comunicazioni, i francesi erano superiori nel volume di fuoco della loro artiglieria da campagna.

Inspiegabilmente l'armée entro nel conflitto con delle uniformi per la fanteria, gli zuavi e la cavalleria ferme alle guerre napoleoniche, dal taglio e i colori non troppo dissimili dei soldati di Napoleone Bonaparte. Infatti l'uniforme delle armi sopra citate comprendeva giacca ad un petto con una fila di bottoni metallici dorati esterni non dissimulati a colletto diritto e chiuso rigido di colore blu scuro abbinata a dei pantaloni lunghi per quanto riguarda la fanteria di linea, larghi e lunghi per gli zuavi, corti larghi alle cosce e stretti e aderenti dal ginocchio in giù fino a fine polpaccio per la cavalleria, rossi chiusi in fondo da dei scarponcini a gambaletto lungo allacciati di cuoio annerito (ad eccezione della cavalleria che aveva scarponcini bassi e gambali). L'uniforme comprendeva inoltre uno shako (solo per fanteria di linea e ufficiali degli zuavi), berretto di forma circolare tronco conica meno alto di quello in uso nel secondo impero di Napoleone III, pure questo con la calotta per metà rossa come i pantaloni nella parte superiore e blu in quella inferiore.

Ultimo particolare che caratterizzava la fanteria di linea dell'armée era che i soldati e i graduati della fanteria di linea, con l'uniforme di marcia, dovevano indossare sempre (sia d'inverno che in estate) il cappotto a doppio petto blu scuro; durante la marcia gli angoli interni inferiori delle falde anteriori erano fermati sul dietro con due bottoni. Il difetto di non avere un'uniforme adeguata alla guerra moderna e dai colori vivaci provocherà sensibili perdite nelle prime fasi del conflitto.

Esercito imperiale russo[modifica]

Lo zar Nicola II ed i suoi generali potevano contare con la mobilitazione al momento su 8.000.000 di uomini, una forza considerevole solo in teoria, poiché scarsamente equipaggiata in armi e rifornimenti, lontana dagli standard dei maggiori eserciti europei. I reggimenti di fanteria erano 260, quelli di cavalleria 60.

Salta agli occhi il basso numero di reggimenti in rapporto all'ingente forza mobilitata: la maggior parte dell'esercito imperiale era infatti formato da battaglioni di lavoratori, necessari per costruire e tenere aperte le vie di comunicazione verso il confine ovest dell'impero, che erano scarsissime e cronicamente in cattivo stato; permettere il flusso dei rifornimenti e delle truppe richiedeva per prima cosa l'aprire nuove strade fra le foreste e la tundra che caratterizzano i territori russi che allora erano il confine dell'impero dei Romanov. Oltre a questo il modesto numero delle unità combattenti era dovuta pure alla scarsità di armi e equipaggiamenti a disposizione.

Il soldato russo era un contadino abituato alla fatica e ai disagi della vita in campagna e in montagna. Abituato ad essere sottomesso e nella gran parte dei casi analfabeta, non portato a lamentarsi facilmente, qualità su cui gli ufficiali potevano contare. Gli ufficiali non avanzavano di grado per valore, capacità dimostrate o meriti di servizio.

Esercito britannico[modifica]

All'inizio del XX secolo, la Gran Bretagna è il primo impero coloniale del mondo. La popolazione metropolitana conta 46 milioni di abitanti, ma quella del suo impero passa i 376 milioni.

Il suo esercito è composto da volontari, ripartito tra esercito di campagna, destinato a servire fuori dal territorio metropolitano e esercito territoriale il cui compito è la difesa del territorio metropolitano. L'esercito di campagna è composto da volontari in servizio permanente, l'esercito territoriale è organizzato come una milizia. Prima della guerra l'esercito di campagna comprende solamente:

  • 4 reggimenti di fanteria della guardia
  • 2 brigate di fucilieri
  • 67 reggimenti di fanteria di linea
  • 3 reggimenti di cavalleria della guardia
  • 7 reggimenti di dragoni
  • 6 reggimenti di lancieri
  • 12 reggimenti di ussari
  • 23 reggimenti di artiglieria da campagna
  • 8 reggimenti di artiglieria a cavallo
  • 99 compagnie treno d'artiglieria
  • 86 compagnie del genio
  • 1 sezione militare aeronautica comprendente aeroplani,palloni e dirigibili
  • 87 compagnie del treno

In quell'agosto 1914 più della metà dei battaglioni di fanteria dei reggimenti dell'esercito di campagna è in servizio nelle colonie, poiché dei 3 battaglioni di cui in media è composto un reggimento uno solo a turno è sempre presente in patria in riposo.

Armamenti[modifica]

Armi austriache[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
Mezzi Corazzati

Armi britanniche[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
Pistole d'ordinanza
Artiglierie
Mezzi Corazzati

Armi tedesche[modifica]

Fucili
Pistole d'ordinanza
Mitragliatrici
Pistole mitragliatrici
Artiglierie
Mezzi Corazzati

Armi statunitensi[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
Pistole d'ordinanza
Mezzi corazzati

Armi francesi[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
Pistole d'ordinanza
Artiglierie
  • cannone da 75m.97
Mezzi corazzati

Armi russe[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
Pistole d'ordinanza
Mezzi corazzati
  • Autoblinda semicingolata Austin-Putilov (1917)

Armi italiane[modifica]

Fucili
Mitragliatrici
  • maxim vickers
Pistole d'ordinanza
Artiglierie
Mezzi corazzati